«Troppe spese senza entrate Tari e Tfr vanno sospesi»

ABANO TERME

Sospendere la Tari e il Tfr. È l’appello di Federalberghi Terme Abano Montegrotto. «Negli ultimi 12 mesi, abbiamo riscontrato all’interno delle nostre aziende, tutta una serie di costi fissi, che abbiamo dovuto sostenere anche aziende chiuse o parzialmente aperte», esordisce il presidente Emanuele Boaretto «su tutti, i ratei Tfr che sono maturati inesorabilmente per tutti i lavoratori anche nei periodi di sostegno al reddito (Fis), e la Tari che, nonostante le delibere di Arera, ha avuto ugualmente un impatto invasivo nelle nostre strutture. Parliamo di costi che se sommati portano a cifre a cinque zeri e che a prescindere dall’utilizzo dei nostri impianti dovremmo riconoscere senza avere strumenti giuridici adeguati per poter aprire un contradditorio».


In particolare per quanto riguarda il Tfr, qualora dovessero essere ulteriormente prorogati gli ammortizzatori sociali straordinari sarebbe opportuno che la quota di maturazione a carico azienda, se non cancellata, potesse essere portata in compensazione come credito di imposta, visto che rappresenta un costo sociale indipendentemente dalla volontà o dalle capacità del singolo imprenditore», aggiunge «per avere un ordine di grandezza dell’incidenza dei ratei di Tfr, si consideri che un lavoratore matura circa una mensilità all’anno». Per quanto concerne l’asporto rifiuti, invece, è vitale che il costo del servizio sia realmente comparato con la quantità di rifiuto prodotto, che i costi siano collegati a quelli realisticamente riconducibili all’impresa alberghiera, per un principio di correttezza amministrativa, ma anche di trasparenza ed equità. «Di questi oneri fissi dovrebbe, in ogni caso tenersi conto nell’ambito dei ristori, motivo per cui riteniamo doveroso muoverci sul piano nazionale coesi con tutti gli imprenditori che stanno vivendo le stesse difficoltà» conclude. —

Federico Franchin

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi