Contenuto riservato agli abbonati

Padova, mancano i bus per le classi al 75%: «Pronti a differenziare gli ingressi»

Il tavolo prefettizio promuove il piano di trasporto al 50% e studia nuovi progetti per marzo

PADOVA. L’imperativo è non farsi trovare impreparati quando la situazione sanitaria consentirà di portare in classe un maggior numero di studenti rispetto a quel 50% previsto fino al 5 marzo.

Per questo, nel corso del tavolo prefettizio convocato ieri per fare il punto della situazione a poco più di due settimane dalla riapertura delle scuole superiori con metà didattica in presenza, a tenere banco sono state, innanzitutto, le sfide che si porranno quando le aule accoglieranno il 75% degli studenti: «Avevamo programmato l’incontro dopo un giro completo dell’alternanza» conferma il prefetto Renato Franceschelli «e il risultato è positivo, non ci sono stati disagi, biosgnerà fare solo qualche piccolo bilanciamento su alcune linee.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Natale a Padova: il mapping sulle facciate del Duomo e di Santa Giustina

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi