Contenuto riservato agli abbonati

Padova, mancano i bus per le classi al 75%: «Pronti a differenziare gli ingressi»

Il tavolo prefettizio promuove il piano di trasporto al 50% e studia nuovi progetti per marzo

PADOVA. L’imperativo è non farsi trovare impreparati quando la situazione sanitaria consentirà di portare in classe un maggior numero di studenti rispetto a quel 50% previsto fino al 5 marzo.

Per questo, nel corso del tavolo prefettizio convocato ieri per fare il punto della situazione a poco più di due settimane dalla riapertura delle scuole superiori con metà didattica in presenza, a tenere banco sono state, innanzitutto, le sfide che si porranno quando le aule accoglieranno il 75% degli studenti: «Avevamo programmato l’incontro dopo un giro completo dell’alternanza» conferma il prefetto Renato Franceschelli «e il risultato è positivo, non ci sono stati disagi, biosgnerà fare solo qualche piccolo bilanciamento su alcune linee.

Video del giorno

Treviso, il sindaco Conte premia il ragazzo che ha salvato la bimba caduta dal secondo piano

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi