Contenuto riservato agli abbonati

Comune di Padova, ripartono i concorsi: 80 assunzioni in arrivo entro il 2023

Dopo lo stop per il Covid nei prossimi giorni i bandi in Gazzetta Ufficiale. E da martedì 23 febbraio le prove per due nuovi dirigenti

PADOVA. Altre 80 assunzioni a tempo indeterminato entro il 2023 a Palazzo Moroni. Nei prossimi giorni verranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi per due nuovi concorsi: uno per impiegati amministrativi e l’altro per agenti della polizia locale, le cui selezioni si concluderanno comunque entro quest’anno.

Nel primo caso sono previsti ben 60 posti, che quindi si andranno ad aggiungere agli 80 assunti lo scorso anno, mentre i nuovi agenti saranno invece 20. Anche questi vanno sommati agli 11 ingaggiati nel 2020.

Caccia al posto fisso

Torna quindi la caccia al posto fisso, che soprattutto in periodo di pandemia sembra sempre di più un miraggio. Il piano del fabbisogno del personale comunale approvato nel 2019 inizia a prendere forma, e si avvicina sempre di più alle aspettative iniziali dell’assessora alle Risorse umane Francesca Benciolini, che punta a circa 300 assunzioni entro la fine del mandato: «Sono molto soddisfatta perché questo ulteriore lavoro servirà anche per riordinare i settori e individuare quelli dove eventualmente servirà più efficienza – spiega – Ed anche se sicuramente è un’operazione complessa e costosa, servirà molto a svecchiare il personale.

Quando tutto sarà terminato avremo anche dipendenti più giovani, che avranno più dimestichezza con i mezzi di cui il Comune si è dotato, e con capacità innovative di cui abbiamo grande necessità. Riusciamo a parlare di nuovi e tanti posti di lavoro in un momento in cui la direzione collettiva purtroppo è un’altra».

Il piano complessivo prevede un plotone da 285 nuovi dipendenti entro il 2023. Finora l’amministrazione è riuscita ad assumerne circa la metà, tra cui impiegati amministrativi, insegnanti, educatori, agenti di polizia locale, assistenti sociali e tecnici.

Oggi la media dell’età del personale del Comune è di 53 anni, ma con le nuove leve si dovrebbe abbassare di molto. I due concorsi previsti prevedono grandi numeri, perché per ambire al posto da impiegato basterà il diploma, mentre per l’agente della polizia locale l’unico requisito selettivo sarà quello legato all’età massima di 35 anni.

Due nuovi dirigenti

Nel frattempo, martedì prossimo riprenderanno le prove per l’assunzione di due dirigenti amministrativi, con alcune novità previste per evitare il rischio contagi da Covid. Sono attesi 60 candidati in Fiera, che verranno divisi in due gruppi da 30. Tutti dovranno sottoporsi al triage prima di iniziare la prova. In caso di sintomi saranno rimandati a casa.

Se invece questi dovessero presentarsi durante lo svolgimento del concorso, i candidati avranno comunque la possibilità di essere isolati in una zona protetta e ultimarlo. I due nuovi dirigenti andranno a sostituire Paolo Castellani e Michele Guerra, il primo in pensione entro la fine del mese e il secondo già da luglio scorso. Castellani era capo settore Contratti, Appalti e Provveditorato, mentre Guerra ricopriva lo stesso incarico come responsabile della prevenzione, corruzione e trasparenza. —


 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi