Per 41 Comuni della Bassa si parte solo con i nati di gennaio e febbraio

La convocazione ridotta ha creato molta confusione anche tra i primi cittadini Oggi si vaccina a Monselice, domani a Este. Dal 23 saranno interessati gli altri

monselice

Prendiamo un paesino di 1.500 abitanti, con una decina di ottantenni, classe ’41, chiamati a vaccinarsi da oggi. Si immagini che a qualcuno di questi arrivi la convocazione per oggi e domani e a qualcun altro no. «Ma come? Perché a lui sì e a me no?», e via di chiamata in Comune per sciogliere il dubbio. «È colpa dei ritardi delle Poste, ma presentatevi lo stesso anche senza lettera: è il vostro turno», la risposta del municipio di turno. Clamorosamente sbagliata, peraltro, visto che l’Usl 6 è perentoria: ci si presenta solo con la lettera di convocazione. È quanto accaduto in più di qualche Comune del Distretto 5 Padova Sud, cioè nella Bassa padovana, dove il calendario vaccinale si distingue da tutti gli altri Comuni padovani. Per 41 paesi e cittadine della Bassa oggi e domani si vaccineranno solo i nati a gennaio e a febbraio. Una “formula” insolita, che ha creato non poca confusione in questi ultimi giorni. Molti sindaci hanno infatti confermato di non essere stati informati in maniera chiara su questa modalità di convocazione e gli errori non sono mancati.


Un esempio? A Monselice il sindaco Giorgia Bedin ha prima invitato tutti gli ottantenni monselicensi a presentarsi alla sede vaccinale della cittadina, salvo poi ritrattare tutto con un post su Facebook. Stessa cosa ha fatto la collega di Cartura, Pasqualina Anna Franzolin. Anche il sindaco di Villa Estense, Paolo Oppio, ha prima contattato personalmente i concittadini che non avevano ricevuto la lettera – invitandoli a recarsi comunque all’appuntamento – ma poi ha dovuto rifare il giro di chiamate per confermare solo ai nati di gennaio e febbraio. A Conselve (fino alle 16) e a Lozzo Atestino, giusto per fare qualche esempio, ieri nelle bacheche ufficiali dei Comuni campeggiavano ancora delle comunicazioni errate che invitavano – lettera o non lettera – a presentarsi comunque alla sede vaccinale. Informazione, questa, in netto contrasto con quella ufficiale pubblicata nel sito dell’Usl 6. E che dovrebbe rappresentare l’indicazione definitiva. Oggi, dalle 14 alle 17. 30, all’ex ospedale di Monselice sono convocati esclusivamente i nati a gennaio e febbraio dei Comuni di Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Cartura, Conselve, Due Carrare, Galzignano Terme, Monselice, Pernumia, Pozzonovo, San Pietro Viminario, Solesino, Stanghella e Tribano. Domani, invece, alla stessa ora si vaccinerà nel Chiostro delle Consolazioni di Este. Anche in questo caso sono invitati solo i classe ’41 nati a gennaio e febbraio per Baone, Barbona, Borgo Veneto, Carceri, Casale di Scodosia, Castelbaldo, Cinto Euganeo, Este, Granze, Lozzo Atestino, Masi, Megliadino San Vitale, Merlara, Montagnana, Ospedaletto Euganeo, Piacenza d’Adige, Sant’Elena, Sant’Urbano, Vescovana, Vighizzolo d’Este, Villa Estense e Vo’. Per tutti e 41 i Comuni, dal 23 al 26 febbraio toccherà ai nati negli altri mesi. –



Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi