È morto il prete filosofo Ieri 13 decessi e 202 positivi

Don Gianni Gambin, 78 anni, è mancato lunedì in ospedale Per 14 anni è stato parroco a Deserto d’Este Il funerale domani a Masi

este

La Chiesa padovana piange un altro sacerdote. È mancato lunedì, all’ospedale di Padova, don Gianni Gambin: a metà marzo avrebbe compiuto 78 anni. Ad una situazione di salute già difficile, per lui si sono aggiunte le complicanze dovute al Covid-19 a cui era risultato positivo qualche settimana fa e che lo avevano costretto al ricovero. Don Gianni era originario di Casale di Scodosia, secondo di cinque fratelli, tra i quali Luigi, missionario comboniano in Africa. Ordinato sacerdote nell’aprile del 1967, divenne insegnante nelle scuole medie del Seminario Minore. Nell’ottobre 1968 passò a Roma come studente alla Pontificia Università Gregoriana, dalla quale tornò con la licenza in Filosofia. Nell’autunno 1972 iniziò l’incarico di insegnante proprio di Filosofia al Seminario Maggiore, nel frattempo prestando servizio, come collaboratore festivo, nelle parrocchie di Arino, Sant’Anna di Piove di Sacco e Agna. Nell’autunno del 1990 diventò parroco di Deserto d’Este, ricoprendo, dal 1996 al 1999, anche l’incarico di vicario a Villa Estense. Nel settembre 2004 rinunciò alla parrocchia e si ritirò nella Casa del Clero di Padova. Dotato di profonda sensibilità, umanità e vitalità spirituale, don Gianni ha saputo seminare tracce di fede, di bontà e di sapienza nelle comunità che ha seguito. Sempre sorridente e gentile quando parlava dell’amore di Dio, sapeva toccare i cuori. Il funerale sarà celebrato domani alle 15 nella chiesa di Masi.


Intanto ieri, tra Padova e provincia, si sono registrati 202 nuovi contagi: attualmente sono 5.359 i positivi nel Padovano, 53 in più rispetto al giorno prima. I morti rappresentano ancora un numero importante: 13 quelli delle ultime ventiquattro ore, per un totale da inizio pandemia di 1.375. Negli ospedali padovani sono invece ricoverate 389 persone con Covid-19: 38 in Terapia intensiva, 284 in area non critica, 67 in ospedale di comunità. Il giorno prima erano 381. —

alessandro cesarato

nicola cesaro

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi