Contenuto riservato agli abbonati

Cimice asiatica nella Bassa Padovana, 50 milioni di danni

Primi risarcimenti entro febbraio. Tra 2019 e 2020 il Padovano ha visto perdite ingenti all’ortofrutta. La Regione verserà una parte di indenizzi nei prossimi giorni. Il saldo nel 2022

MONSELICE. Cinquanta milioni di euro persi in due anni nel Padovano. Aziende che si sono viste “mangiare” anche l’ottanta per cento della produzione. Ora, però, sono in arrivo i primi risarcimenti: 20,6 milioni degli oltre 32 stanziati al Veneto dal Fondo di solidarietà nazionale che ristora i frutticoltori messi in ginocchio dalla cimice asiatica.

Ad assicurare l’imminente stanziamento è Coldiretti, che ricorda anche i dati relativi al quadro regionale: oltre 19 mila gli ettari interessati dagli attacchi dall’insetto killer con prevalenza di melo, kiwi, pero e pesche, per 975 aziende colpite in totale e concentrate nella provincia di Padova, Verona, Treviso e Rovigo.

Video del giorno

Gli 800 anni dell'Università di Padova. La Processione dei rettori

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi