Contenuto riservato agli abbonati

Bomba ecologica dell’ex C&C di Pernumia, entro marzo inizia la bonifica

L’assessore regionale Roberto Marcato durante un sopralluogo nei capannoni a luglio scorso

Verranno rimosse 44mila tonnellate di rifiuti pericolosi: tutto finito a dicembre. Lorenzoni chiede di fare presto: «Tetto e pareti presentano falle importanti» 

PERNUMIA. Inizierà entro fine marzo la rimozione delle 44.000 tonnellate di rifiuti pericolosi stoccati da circa 16 anni nei capannoni della ex C&C di via Granze. L’ha stabilito Veneto Acque Spa, la società controllata dalla Regione Veneto che nel progetto di bonifica funziona da stazione appaltante, nel corso del sopralluogo effettuato nell’ex stabilimento il 14 gennaio scorso con i tecnici della Regione e il sindaco di Pernumia, Marco Montin.

In Regione spiegano che a giorni verrà allestito il cantiere e che sono in corso le indagini per la caratterizzazione dell’area e la verifica ambientale delle parti esterne dell’immobile come chiesto dalle amministrazioni di Pernumia, Battaglia e Due Carrare, che confinano con il sito abbandonato, e dalle associazioni ambientaliste.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi