Sequestrati due milioni di euro falsi ad un giostraio di Castelbaldo

L'uomo era indagato quale responsabile di un furto di un orologio del valore di 90 mila euro (veri) rubato a Fermo: dalla perquisizione a Castelbaldo sono state trovate le banconote

CASTELBALDO. I militari della stazione carabinieri di Legnago nel mese di novembre 2020 hanno raccolto la denuncia di due persone originare della provincia di Fermo con cui riferivano di essere stati rapinati, con la minaccia di una pistola, di un orologio da polso di pregio del valore di 90.000 euro circa, avvenuta in un esercizio commerciale.

Dal momento della denuncia ad oggi, i carabinieri hanno raccolto importanti indizi che supportati dai vari sistemi di video sorveglianza installati vicino al luogo della rapina consentivano di individuare e denunciare in stato di libertà un giostraio nomade classe ’80, nullafacente, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, gravitante nella limitrofa provincia di Padova.

Localizzata la dimora dello stesso in località Castelbaldo veniva effettuata una perquisizione dove si sequestravano oltre 2 milioni di euro in banconote contraffatte, del tipo utilizzato per portare a termine truffe. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti volti ad individuare eventuali complici nonché per il ritrovamento dell’oggetto prezioso e dell’arma utilizzata.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi