I positivi ancora sopra i ventimila Undici morti e dieci ricoveri in più

Ieri altri 679 nuovi casi: Padova è la prima provincia in Veneto con 20.152 contagiati dal Covid

PADOVA

L’iniezione di fiducia arrivata dal V-Day è in qualche maniera smorzata dai dati diffusi ieri sera da Azienda Zero, che tracciano l’andamento della pandemia nel Padovano: 679 nuovi positivi, 11 morti e 10 ricoverati in più in un solo giorno. E i padovani positivi ritornano sopra i 20 mila.




L’ultima domenica dell’anno segna il nuovo sorpasso di quota 20 mila. Sono infatti 20.152 i padovani che attualmente sono positivi al Covid-19. Nelle ultime ventiquattro ore sono state 679 le nuove positività al Coronavirus: il totale da inizio pandemia, dunque dal 21 febbraio, è arrivato a 44.190. La campagna di tamponi in provincia è peraltro continuata a ritmi sostenuti anche nei giorni di festa: in 3.138 hanno scelto di sottoporsi allo screening per il Covid-19 in uno dei punti tamponi dell’Usl 6 tra Natale e Santo Stefano. Sono stati eseguiti 1.199 tamponi nel giorno di Natale e 1.939 il 26 dicembre, di cui 1.711 rapidi e il resto molecolari. Padova è prima provincia in Veneto per contagi “reali” (sono 19.646 gli attualmente positivi a Verona, 15.510 nella Marca trevigiana). Nell’ultima giornata Azienda Zero segnala anche 386 cittadini che si sono negativizzati.



Sono 11 le vittime con Covid-19 rispetto a sabato sera. Questo numero porta il totale a 812. Tre i decessi registrati all’ospedale di Schiavonia: un 72enne di Casale di Scodosia, un 82enne di Piazzola sul Brenta e una donna di 86 anni di Solesino. A Camposampiero, invece, sono mancati una ottantenne di Mirano (Venezia) e Ferruccio Segato, 81 anni di Villanova di Camposampiero.



Calano i letti di Terapia intensiva, aumentano in generale i ricoverati per Covid-19. Negli ospedali padovani sabato sera erano 624 i pazienti positivi al virus, saliti ieri sera a 634. Di questi, 88 si trovano in Terapia intensiva (erano 93 ventiquattro ore prima), 483 in area non critica a 63 in un ospedale di comunità. Da segnalare i 16 pazienti in più ricoverati in area non critica dell’Azienda Ospedaliera: da 173 a 189, con altre 25 accolte in Terapia intensiva. A Schiavonia, invece, si trovano 166 persone, di cui 23 in intensiva.

Sono quindi 85 i ricoverati a Cittadella (9 in Terapia intensiva), 50 a Camposampiero (10), 41 a Piove di Sacco (6), 18 al Sant’Antonio di Padova (15), 6 a Conselve e 1 a Villa Maria di Padova. —

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi