Acquevenete, sì al budget 2021 senza aumentare la bolletta

Il gestore che serve la Bassa investirà in opere idrauliche quasi 41 milioni di euro Tra gli interventi più importanti la condotta anti Pfas Ponso-Montagnana-Pojana 

MONSELICE

Nessun aumento nelle bollette di Acquevenete e 40,8 milioni di euro di investimenti. Questo è quanto emerso dalla riunione online di venerdì tra i sindaci dei 108 Comuni soci, tra Padova (tutti paesi della Bassa), Rovigo, Vicenza, Verona e Venezia, del gestore idrico che hanno approvato il budget per il 2021. Nel corso di un’assemblea quasi plenaria dove erano presenti oltre il 90% dei primi cittadini, presieduta dal sindaco di Terrassa Padovana, Modesto Lazzarin, sono state messe in cantiere ed a budget nuove opere che non toccheranno le tasche dei cittadini.


servizi più efficienti

«Sarà un nuovo anno all’insegna di un’ulteriore accelerazione sui cantieri per migliorare il servizio, senza ripercussioni sulle tasche dei cittadini», spiegano da Aquevenete. «I sindaci hanno approvato all’unanimità il budget 2021. Si tratta di una crescita del +108% rispetto al biennio precedente che descrive l’impegno che mettiamo per realizzare le nuove opere necessarie a migliorare il servizio offerto e la tutela dell’ambiente: per il biennio 2020/2021 è di 81.882.497 euro l’importo degli investimenti».

Nel prossimo anno dal gestore idrico metterà in cantiere nuove opere per quasi 41 milioni, di cui 26 nell’area nord, che comprende anche 10 milioni di euro di quota parte dell’intervento emergenziale Pfas e 15 nell’area sud. In particolare, 28,4 milioni saranno destinati a interventi nel settore acquedotto, mentre per fognatura e depurazione si stima di investire questi 12 milioni.

condotta anti-Pfas

Tra gli interventi di maggior rilevanza strategica, la condotta anti-Pfas Ponso-Montagnana-Pojana Maggiore, con il relativo serbatoio di accumulo di Montagnana, le opere di potenziamento delle centrali di potabilizzazione di Piacenza d’Adige, Anguillara Veneta, Boara Polesine e Badia Polesine. Tra le altre, l’attivazione di interventi per raggiungere gli standard di qualità tecnica dettati da Arera, obiettivi stringenti nell’ambito di perdite idriche, interruzioni del servizio, qualità dell’acqua erogata, adeguatezza del sistema fognario, smaltimento fanghi e qualità dell’acqua depurata.

«Siamo soddisfatti di presentare questo grande piano di nuove opere, mantenendo invariate le attuali tariffe, soprattutto alla luce di questo periodo così critico», sottolinea Piergiorgio Cortelazzo, presidente di Acquevenete.

Rilancio dell’economia

«Cerchiamo di fare la nostra parte, concorrendo a un rilancio dell’economia e a sostenere gli utenti in difficoltà assieme ai Comuni con varie agevolazioni». Tra le novità ci saranno 21 nuove assunzioni, a fronte di numerosi pensionamenti ed un impegno per la sostenibilità. Infatti le linee guida dettate dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sono entrate nel budget 2021, a orientare e impegnare l’azione di tutta l’azienda per il prossimo anno su obiettivi ambientali e sociali ben individuati. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi