Contenuto riservato agli abbonati

La fabbrica dei veleni sarà bonificata entro la fine del 2021

Pernumia, convenzione tra Regione e Veneto Acque: prevede la rimozione di 52 mila tonnellate di rifiuti pericolosi presenti nella ex C&C

PERNUMIA. La rimozione delle circa 52.000 tonnellate di rifiuti pericolosi contenute nei due capannoni della ex C&C di via Granze, nel comune di Pernumia, soprannominata la “Fabbrica di veleni”, dovrà essere completata entro il 2021. Lo stabilisce la convenzione sottoscritta alla fine di novembre scorso tra la Regione Veneto e Veneto Acque Spa, la società controllata dalla Regione che nel progetto fungerà da stazione appaltante.
Dopo 16 anni si sta mettendo finalmente la parola fine ad una delle pagine più nere che hanno interessato il territorio della Bassa Padovana.

A

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi