Precipita con l'ultraleggero e muore a 52 anni, tragedia a Pozzonovo: ecco com'è andata

Il pilota, residente a Due Carrare ha perso il controllo in fase di decollo dopo l'atterraggio. Vano purtroppo l'intervento dei sanitari del Suem 

POZZONOVO. Incidente aereo sabato verso le 12.45 nell'aviosuperfice di Pozzonovo, c'è una vittima. Un uomo ha perso la vita precipitando con un ultraleggero. In fase di atterraggio ha perso il controllo e si è ribaltato. Intervenuti sul posto sanitari del 118, hanno provato a rianimarlo ma purtroppo non c'è stato nulla da fare.

Si tratta di Roberto Brighenti che viveva con la compagna a Due Carrare. L'uomo aveva raggiunto l'aviosuperfice con la sua auto, nella quale era rimasto il suo cagnolino ad attenderlo. Il volo è durato una trentina di minuti.

Brighenti stava volando con un ultraleggero basico, modello Firefox di sua proprietà. Il direttore del campo di volo Claudio Bertazzo racconta, ancora sotto choc, che il pilota era sempre molto attento e pignolo quando era in volo. "Dopo aver volato una mezzoretta è atterrato senza problemi nell'aviosuperfice ma invece che fermarsi ha ripreso velocità, decollando. Una manovra che avrebbe fatto volontariamente e che non dovrebbe mai essere fatta. Appena ripreso quota l'ultraleggero si è capovolto" racconta. Tra i presenti c'era un appassionato che di professione è medico.

Ha prestato i primi soccorsi a Brighenti che era ancora vivo, ma le lesioni erano tali da causargli la morte pochi istanti dopo. 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi