Uccide la moglie con una coltellata: femminicidio in provincia di Padova

E' successo nella notte a Cadoneghe. Delitto proprio in quella che è la giornata mondiale dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne. Arrestato un 39enne marocchino. Ha chiamato lui stesso i carabinieri, confessando

CADONEGHE. Femminicidio proprio nella giornata contro la violenza sulle donne. E' successo a Cadoneghe, in località Meianiga, in via Piave. Un trentanovenne, marocchino, ha colpito la moglie, connazionale, al petto con un coltello da cucina, al culmine di una lite. Ha poi chiamato i carabinieri, confessando di avere ucciso la moglie. E' stato arrestato e portato in carcere. 

Quando sono arrivati sul posto i militari dell'Arma, insieme al sostituto procuratore di turno, Marco Brusegan e al medico legale, Agostino Cimelli, hanno trovato il corpo senza vita della donna riverso sul letto. 

Aisha El Abiou, la vittima

L'uomo si chiama Jennati Abdefettah, è nato in Marocco nel 1981, residente a Cadoneghe, magazziniere. La vittima, Aycha El Abioui, aveva trent'anni. 

Jennadi Abdefettah, l'omicida

A scatenare la violenza sarebbe stato uno scatto di gelosia: ai primi di ottobre lei aveva anche denunciato il suo comportamento violento, ma poi aveva ritrattato.

La famiglia, che era arrivata a Cadoneghe una ventina di mesi fa, da Caltanissetta, era seguita dai servizi sociali e il Comune aveva anche erogato dei sussidi per aiutare a pagare le utenze.  

La coppia aveva anche dei figli piccoli. In questo video, il sindaco di Cadoneghe, Marco Schiesaro, riferisce ai giornalisti quanto ha saputo. 

Femminicidio a Cadoneghe, il sindaco: terribile, aiutavamo questa famiglia

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi