Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus: morto Sergio Tasinato, titolare della trattoria "Da Oci" di Cinto Euganeo

Il ristoratore di Faedo aveva 68 anni. Era ricoverato da quattro giorni all'ospedale di Schiavonia dopo aver contratto il virus

FAEDO DI CINTO EUGANEO. Il virus si porta via uno dei pezzi di storia dei Colli Euganei, una delle figure più note della ristorazione locale. In ospedale a Schiavonia è mancato Sergio Tasinato, 68 anni, titolare della storica trattoria Da Oci a Faedo di Cinto Euganeo, che conduceva assieme alla moglie Susanna.

Tasinato era ricoverato al “Madre Teresa” da quattro giorni, dopo la positività al tampone rilevata una settimana fa. La piccola trattoria che gestiva era sorta nei primi anni del Dopoguerra, grazie all’iniziativa del papà Dante, associato storico anche di Confcommercio Ascom Padova dal 1975, che aveva poi ceduto l’attività al figlio nel 1993. «E Sergio aveva mantenuto viva con passione e semplicità la storicità della tipica cucina veneta, utilizzando con sapienza i prodotti del territorio, abbinando il piacere di una degustazione felice con il calore dell’atmosfera familiare immersa nella magia del territorio euganeo», ricordano da Ascom.

Continua l’associazione di categoria, che ha in queste ore reso omaggio al ristoratore: «Che il piacere della buona convivialità fosse il primo obiettivo per Sergio traspare dalla frase scelta per commentare il locale nel sito della Trattoria Da Oci, un pensiero di Virginia Woolf che recita “Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene”».

Video del giorno

Tamberi medagliato: "Cari padovani, cari veneti, un pezzetto è anche vostro"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi