Vescovana, a fuoco un capannone pieno di stracci, 24 pompieri all'opera

Pare che lo stesso edificio fosse da qualche anno sotto sequestro giudiziario, allarme tra i residenti

VESCOVANA. Un poderoso incendio ha devastato venerdì sera un capannone nella zona industriale a cavallo tra Vescovana e Stanghella. Il rogo è nato poco dopo le 20 in via Pellico a Vescovana, proprio a ridosso dei confini con via Manzoni di Stanghella.

Ad andare in fiamme è stato l’ex capannone della ditta Stagni, realtà ferma da oltre un decennio e impegnata in vari tipi di commerci. Pare che lo stesso edificio fosse da qualche anno sotto sequestro giudiziario e dunque, a maggior ragione, inattivo. All’interno erano stipati degli imballi di stracci.

Incendio tra Vescovana e Stanghella a fuoco un capannone di stracci

A prendere fuoco è stata la parte centrale del fabbricato, che è letteralmente collassato con gran parte della struttura.I danni sono ingenti e l’edificio è ora inagibile. I lavori di spegnimento e dimessa in sicurezza sono durati per tutta la notte e continueranno probabilmente anche nella mattina di oggi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Rovigo e di Este, di Abano Terme e Padova con numerosi mezzi e uomini. In tutto sono arrivati  3 autopompe, 3 autobotti tra cui una chilolitrica, un carro Nbcr (Nucleare, Biologico, Chimico,Radiologico), l’autoscala e 24 operatori. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, anche vista la natura del rogo: considerata l’inattività della fabbrica, non si esclude la matrice dolosa. Le fiamme salite da via Pellico si sono rese visibili a molti chilometri di distanza.

Video del giorno

L'ultima gaffe della sardina Santori: in moto contromano sulla preferenziale

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi