Quattro morti in poche ore nell’Alta Padovana e prima vittima alla Borgo Bassano

Coronavirus in Veneto, torna l’incubo dei decessi: avevano tra i 70 e gli 89 anni. Nella casa di riposo di Cittadella ci sono quaranta contagiati

PADOVA. Quattro vittime del Covid-19 in poche ore nell’Alta Padovana, la seconda ondata della pandemia inizia a lasciare dietro di sé un bilancio drammatico di morte e dolore.

Memorie, un luogo per ricordare chi non c'è più
Nell’ospedale di Cittadella si è spento lunedì sera Leandro Bonetto. Aveva 70 anni, viveva con la moglie Marisa Liviero a Carmignano. Il rosario verrà recitato stasera alle 19, il funerale sarà celebrato domani alle 10 in chiesa a Carmignano.



«Otto giorni fa Leandro è stato ricoverato nell’ospedale della città murata», spiega il cognato Floriano Ballotto. «Una decina di anni fa aveva dovuto affrontare le conseguenze di un ictus, che lo avevano costretto sulla sedia a rotelle a causa di una emiparesi». Ex commerciante di prodotti alimentari, aveva gestito anche un negozio di dischi a Carmignano: «La musica era la sua passione, era un ex chitarrista molto bravo». I familiari faticano a capire come possa aver contratto il virus: «Era sempre a casa, seguito da una badante che si prendeva cura di lui e risultata negativa al tampone, e pure la moglie non è positiva. Se ne è andato nel sonno lunedì sera nel reparto di Pneumologia».

Ad 82 anni si è invece spento lunedì, sempre in ospedale a Cittadella, Bruno Zalunardo: viveva a Santa Maria di Non, frazione di Curtarolo. Lascia la moglie Franca e i figli Roberta, Maurizio e Luca. Il funerale sarà sabato alle 10 nella chiesa della pieve di Santa Maria di Non, il rosario venerdì alle 20. «Papà era ricoverato da una decina di giorni», racconta il figlio Luca, «gli mancava il respiro, lui soffriva di altre patologie pregresse».



Si è spento nel pomeriggio di lunedì nell’area del day surgery allestita per i malati Covid-19. «Era un grande lavoratore, ha fatto l’operaio in fonderia, amava la caccia e i suoi cani. Mio fratello Maurizio, carabiniere paracadutista, è rientrato da una missione in Afghanistan ed il grande rammarico è che non ci sia stato possibile dire addio a nostro padre, non poterlo vedere nei suoi ultimi giorni».



Nella casa di riposo di Borgo Bassano di Cittdaella è mancata Augusta Pettenuzzo: aveva 89 anni, viveva a San Martino di Lupari. È la prima vittima nella struttura. Nel centro della città murata si trovava da agosto, avrebbe dovuto trascorrere qui 90 giorni prima di tornare in famiglia. Vedova, lascia il figlio Diego Sgambaro. Nel centro servizi di Borgo Bassano sono stati accertati finora 40 casi di persone – tra anziani e personale – positivi al Covid-19, tra cui c’era appunto Augusta.

«Mamma», ricorda il figlio, «ha fatto la casalinga, era molto brava in cucina. 17 anni fa è rimasta vedova di mio papà Marcello, piano piano è entrata nella demenza senile, poi si sono aggiunte altre patologie, mia moglie ed io l’abbiamo sempre seguita, il periodo di sollievo sarebbe durato un altro mesetto». Il tampone positivo è stato comunicato domenica: «Non aveva sintomi importarti, ieri mattina aveva 36. 9, ha fatto anche due parole con l’infermiere, poi dopo pochi minuti è mancata, forse un infarto. Una donna di fede, d’altri tempi, in gioventù amava fare lunghe passeggiate». Il funerale della donna sarà celebrato nel duomo di San Martino di Lupari venerdì alle 10.



In ospedale a Camposampiero ha ceduto al Coronavirus Vito Geron: aveva 79 anni, viveva a Fratte di Santa Giustina in Colle. Vedovo, aveva perso la moglie Clara Poletto nove anni fa; lascia i figli Daniela e Roberto, che ricordano il padre: «Papà era paziente della casa di riposo di Campo San Martino, durante una visita erano emersi dei problemi ai polmoni e quindi il medico aveva deciso di svolgere degli accertamenti in ospedale. Ed il tampone è risultato positivo anche se quello a Villa Breda era negativo. Ha lavorato come muratore, era un uomo forte e giusto». —




 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi