Imprenditore edile di Villa Estense muore a 53 anni vinto dalla malattia

Ferdinando Cavallini era  un grande appassionato di mountain bike. Gli amici: «Persona positiva e allegra» Lascia moglie e due figlie 

VILLA ESTENSE. Ferdinando Cavallini, 53 anni residente a Villa Estense, è mancato all’affetto dei famigliari e degli amici nella notte di martedì a causa di una grave malattia degenerativa.

Un animo da imprenditore con una grande passione per la mountain bike, un papà affettuoso e un buon amico, così viene descritto da chi l’ha conosciuto bene. Imprenditore edile assieme ai fratelli, per anni ha gestito con successo l’azienda di famiglia Cavallini Costruzioni di Ponso, sino a quando la malattia ha dovuto frenare i suoi ritmi di lavoro.

Appassionato di sport e soprattutto di mtb, ha fatto parte di alcune associazioni sportive locali, come Este Bike che ha lasciato dieci anni fa per entrare a far parte del team Asd gc San Bortolo. «Era una persona per bene e sempre positiva. Portava allegria e forza nel nostro gruppo», commenta l’amico Sergio Trovò a nome di San Bortolo Asd. «Aveva preso da poco una nuova bicicletta, per lui la mtb era una valvola di sfogo, un modo per stare in mezzo alla natura e condividere con noi amici momenti sereni».

Anche se la malattia aveva messo a dura prova il suo fisico forte, Ferdinando ha continuato a correre e quando non riusciva a salire in sella, aspettava i membri del suo gruppo al bar per un caffè. «Due domeniche fa eravamo saliti nel Venda e Ferdinando ci ha chiamato chiedendoci di trovarci alla fine del giro in un bar a Galzignano. Per lui l’amicizia era importante, ci mancherà tantissimo». Ferdinando lascia la moglie Stefania, le due figlie, i fratelli e gli amici tutti. — 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi