Alex Trovò, una vita spezzata a 18 anni, ecco chi era il ragazzo di Borgoricco 

Alex Trovò

Due mesi fa era stato coinvolto in un altro incidente stradale, prima di quello fatale di Santa Maria di Sala

BORGORICCO. Alex Trovò viveva con il padre Lucio in via della Pieve a Sant’Eufemia di Borgoricco. Studiava meccatronica al Ponti di Mirano. La mamma Muriel Quaresimin da un paio d'anni vive a San Dono di Massanzago con i due figli minori, ma Alex aveva scelto di rimanere col papà nel paese in cui forse si sentiva più a suo agio e dove contava molti amici.

Per mamma Muriel, che ha postato una bella foto di Alex, è un pezzo di cuore che se ne va. Alex era fidanzato: da tre anni si era legato a una giovane, che si fermava spesso a casa Trovò.

La famiglia è molto conosciuta per aver gestito diversi bar a Borgoricco. Specie Luigina, la nonna di Alex, che con i figli Lucio e Lucia aveva condotto cinque bar, i primi due proprio a S.Eufemia, l’ultimo a Borgoricco.

Negli ultimi due anni Lucio e la sorella Lucia hanno lasciato il bar e hanno preso un furgone ciascuno con i quali giravano le fiere. In estate Alex faceva la sua parte, ma alla riapertura delle scuole riprendeva gli studi. La moto era la sua passione e ne aveva già sperimentato la pericolosità.

Un paio di mesi fa, di notte, aveva avuto un brutto incidente tornando a casa da una serata con gli amici. Raggiunta la maggiore età, la famiglia gli aveva comprato un’auto. La morte dello studente è uno choc a Borgoricco. «Non riesco a crederci», dice Enrico Noghera, titolare della caffetteria Alla Piazza, al piano terra dello stabile dove Alex viveva col papà. «Al mattino Alex e la ragazza si fermavano qui a far colazione. Alex non beveva alcolici, la sua bibita preferita era lo sciroppo di menta». ––

 
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi