Contenuto riservato agli abbonati

Ergastolano di 38 anni si suicida in carcere a Padova

Tragedia al Due Palazzi, avrebbe inalato i gas di un fornelletto da cucina ma la madre non crede all'atto deliberato: disposta l'autopsia. Tre anni fa era evaso a Sassari

PADOVA. Un detenuto di 38 anni, Eder Marhila, è stato trovato morto nella sua cella di isolamento nel carcere Due Palazzi di Padova. Condannato all’ergastolo, è morto per aver inalato il gas di un fornello, di quelli utilizzati dai carcerati per cucinare. Lo conferma la Cgil Polizia Penitenziaria. Marhila, albanese, si trovava a Padova da qualche mese appena.

Già a Torino aveva tentato più volte il suicidio, sempre nel medesimo modo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Quirinale, Segre: "Una donna? Questa è una domanda cattiva a una vecchia befana come me"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi