Coronavirus, a Padova record di nuovi positivi: 305 in un giorno. Tamponi anche di notte a Schiavonia 

Da lunedì 26 ottobre parte il ciclo “no stop” di test Covid. Di giorno sarà attivo il servizio allo Stadio Euganeo, dalle 20 al Madre Teresa

PADOVA In un giorno i nuovi positivi superano quota 300. Per la precisione, 305. E da lunedì partono ufficialmente i tamponi H24: di giorno allo Stadio Euganeo di Padova, di notte al “Madre Teresa” di Schiavonia.

I 305 nuovi positivi rappresentano evidentemente un numero importante, soprattutto se paragonato a quelli raccolti nell’ultima settimana: 268 giovedì, 108 mercoledì, 154 il giorno prima e 101 quello prima ancora, fino ai 138 di domenica a scorsa. In sette giorni, il trend dei nuovi contagiati nell’arco delle ventiquattro ore è più che raddoppiato.


L’andamento della pandemia nel Padovano è offerto come sempre dal bollettino di Azienda Zero diffuso ieri pomeriggio. In una giornata sono stati 305 i positivi da aggiungere al computo totale, che da febbraio ha raggiunto quota 7.748 tra Padova e provincia. Incremento, questo, che ricalca anche quello degli attuali positivi: erano 2.219 giovedì, ieri sono arrivati a 2.519. Trecento in più. Nel Veneto, la giornata si è chiusa con un incremento di 1.437 unità. Unica nota positiva, lo zero alla voce dei decessi.

Crescono i ricoverati ma tengono sostanzialmente le Terapie intensive. Nella nostra provincia i pazienti Covid ospedalizzati passano in ventiquattro ore da 77 a 85, cifra a cui vanno aggiunti anche i 12 casi dell’ospedale di comunità di Camposampiero (4 in più in un giorno). In Terapia intensiva, tuttavia, si passa dal totale di 18 ricoverati ai 19 di ieri sera.

Il carico maggiore è quello dell’Azienda Ospedaliera (57 pazienti, di cui 15 intubati), seguito da Schiavonia (16, con 3 in Terapia intensiva), Cittadella (11, tutti in area non critica) e Camposampiero (1 paziente intubato).

Sono 77 gli isolamenti domiciliari in più raccolti nell’ultima giornata: i padovani costretti alle mura domestiche per il Covid oggi sono 1.128, di cui 474 effettivamente positivi (il giorno prima erano 419). Quelli che presentano sintomi sono invece 223. Rispetto al totale regionale (14.323 isolamenti), Padova pesa per il 7,9 per cento.

Da lunedì l’Usl 6 Euganea estenderà il servizio tamponi alle 24 ore: dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì i tamponi, rapidi o molecolari che siano, verranno effettuati allo Stadio Euganeo, mentre dalle 20 alle 8 il servizio sarà garantito da un punto tamponi allestito in prossimità dell’ospedale “Madre Teresa” di Schiavonia. Nell’ospedale della Bassa i test saranno garantiti anche nel fine settimana.

Il sabato e la domenica, dalle 8 alle 20 l’attività verrà svolta al Centro sociosanitario Ai Colli di Brusegana. Ovunque le modalità di accesso rimangono invariate: si può fare il tampone su richiesta dei medici di base, dei pediatri, se invitati dal Sisp, se supplenti e operatori scolastici, se viaggiatori di rientro da Paesi a rischio previa autocertificazione. «Estendendo il servizio tamponi H24, 7 giorni su 7» rileva il direttore sanitario dell’Usl 6, Patrizia Benini «attuiamo tempestivamente le disposizioni della Regione e offriamo una risposta sanitaria “a orario continuato”». —
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi