Il disastro di Vaia al Bo in una installazione

Emmanuele Panzarini, artista padovano, classe 1984, parla di Vaia (a quasi due anni dalla tragedia del 2018) con l’installazione Sound-Scape. L'opera, che sarà visitabile nel Cortile Nuovo di palazzo Bo fino all'8 ottobre, è stata realizzata per il Festival dello Sviluppo Sostenibile. Sono 120 metri quadrati di fotografie che spingono il visitatore ad una partecipazione interiore e personale: da una parte gli alberi abbattuti dalla brutalità della tempesta, immortalati da un drone; dall'altra gli alberi un momento prima che la furia si abbattesse sui monti. Camminare sulla gigantografia del dolore è commovente e reso suggestivo dalla possibilità di ascoltare la voce degli alberi, collegando il cellulare a una delle casse agli angoli dell'opera, contenenti le registrazioni delle linfe di numerose specie. —

e.sci


Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi