Contenuto riservato agli abbonati

Monselice, la movida è sfuggita di mano. E ormai nessuno indossa la mascherina

Bottiglie rotte in terra, bisogni in strada, urla, bicchieri ovunque: l’opposizione chiede un consiglio comunale straordinario

MONSELICE. I recenti fatti di cronaca accaduti negli ultimi due fine settima, legati all’uomo che prima ha minacciato con un’ascia e poi con una pistola finta un gruppo di ragazzi, ha portato alla ribalta il problema della movida nel centro storico di Monselice. Bottiglie rotte, urina contro i muri, urla e bestemmie nel cuore della notte, risse, bicchieri abbandonati ovunque.

E ancora: ragazzi e ragazze che a cielo aperto fanno i loro bisogni senza alcun ritegno nei giardini comunali di piazza Vittoria e in Vicolo delle mura, un tappeto di bicchieri di plastica tra le vie o appoggiati alle finestre delle abitazioni, sporcizia ovunque, parcheggi selvaggi e nessuna regola del vivere civile rispettata.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Le ferite di Vaia sui boschi dell'altopiano di Asiago, viste da un aereo da turismo

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi