Pedina ossessivamente le donne in zona Stazione, poi si ribella agli agenti: 37enne arrestato

Un intervento della Polizia a Padova

Seguiva le passanti senza alcun motivo e senza tentativo di interazione. Ad agosto aveva aggredito due anziani per strada

PADOVA. Segue in maniera ossessiva le passanti e devono intervenire gli agenti di polizia. Che lo seguono, assistono effettivamente ai pedinamenti dell’uomo e faticano non poco – l’arrestato pesa 100 chili ed è alto 1 metro e 90 – per fermarlo.
 
Verso le 8 di martedì 15 settembre la Volante del Commissariato Stanga è intervenuta in Piazzale Stazione per la segnalazione di un uomo extracomunitario che infastidiva le passanti, seguendole in modo ossessivo senza alcuna apparente motivazione. 
 
Gli operatori immediatamente hanno individuato immediatamente il soggetto, scarsamente collaborativo. L’uomo non ha fornito alcuna spiegazione in merito al suo atteggiamento ed al fatto che seguisse le donne senza motivo, ma comunque ha fornito un documento. Il “pedinatore” è stato dunque identificato in Moustafa Mohammed, 37 anni del Togo
 
Nel frattempo un secondo equipaggio intervenuto sul posto ha individuato la donna che aveva richiesto l’intervento del 113. La donna ha spiegato di aver notato quello sconosciuto camminarle molto vicino e, temendo uno scippo, aveva accelerato il passo ed avvertito la Polizia. Diceva inoltre agli operatori che non sapeva spiegarsi il comportamento dello sconosciuto in quanto lo stesso non aveva in alcun modo interagito con lei, ma comunque il suo atteggiamento ed il fatto che la aveva seguita ossessivamente l’aveva molto scossa.
 
Dato che non vi erano pendenze a carico dello straniero, il 37enne è stato semplicemente allontanato subito dopo l’identificazione. Avendo accertato che nello scorso mese di agosto lo straniero si era reso responsabile di un’aggressione a due persone anziane per strada, senza motivo, gli operatori della volante hanno deciso di seguirlo e osservarne i comportamenti.
 
Gli agenti hanno quindi notato l’uomo percorrere inizialmente Piazza de Gasperi per poi dirigersi verso viale Codalunga e fare ritorno in piazzale Stazione all’intersezione con via Cairoli. Qui l’osservato speciale è rimasto fermo per vari minuti, ondeggiando sul posto e osservando i passanti. Ad un certo punto è stato sorpassato da una giovane donna e subito le si è messo dietro seguendola sino ad un bar, dirigendosi verso la stazione ferroviaria aumentando il passo, per poi arrestarsi nuovamente nei pressi del posto di controllo dell’esercito, fissando nel vuoto. 
 
Dopo poco dopo la sua attenzione è stata attirata da un’altra donna in transito. Si è messo a seguirla sino a via Donghi, rimanendo lì per alcuni momenti per poi entrare in un bar senza consumare nulla, ma continuando a fissare gli altri avventori, intimorendoli.
 
Uno dei due operatori della Volante ha quindi deciso di avvicinare nuovamente il 37enne che, improvvisamente ed apparentemente senza motivo, si è dato a precipitosa fuga in direzione via della Pace, spintonando bruscamente i clienti presenti nel bar e i passanti lungo la sua via di fuga. 
 
Alla vista del gesto sconsiderato gli operatori si sono messi immediatamente all’inseguimento del soggetto,  raggiungendolo dopo qualche centinaio di metri in prossimità di una fermata dell’autobus in Piazzale Stazione. 
Vistosi raggiunto lo straniero ha tentato con ogni mezzo di sfuggire nuovamente ai poliziotti dimenandosi con forza, tentando di sfuggire al controllo, forte anche del fatto che la sua corporatura di almeno 1 metro e novanta di altezza per oltre 100 chili di peso ha reso oltre modo difficoltoso procedere al suo ammanettamento cui gli operatori hanno provveduto al termine della violenta colluttazione scaturita dalla reazione. Fondamentale è stato anche l’intervento di un altro agente fuori servizio che si trovava a passare di lì per caso. 
 
Successivamente accompagnato in Questura, lo straniero è stato visitato da personale medico che ha escluso patologie psichiatriche. Mohammed è stato dunque arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e per le lesioni nei confronti dei due operatori della volante che hanno riportato 7 e 3 giorni prognosi.
 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi