Anziana di 93 anni muore di Covid era ricoverata in Rianimazione

Abitava a Piove di Sacco ma nella sua cartella clinica comparivano già  alcune criticità L’allerta resta alta

Una donna di 93 anni, positiva al coronavirus, è morta nel fine settimana dopo un periodo di ricovero in terapia intensiva. Il bollettino con i dati dei ricoveri ieri è tornato a segnare un +1 sulla colonna dei decessi. La donna, originaria di Piove di Sacco, era risultata positiva al virus ma non era l’unico problema di salute diagnosticato. Rientra comunque nelle griglie regionali tra i decessi da Covid.

Attualmente ci sono altri due pazienti positivi e in condizioni critiche nelle terapie intensive del Veneto, di cui uno a Padova e l’altro a Vicenza. Sono 15, invece, i pazienti positivi ma non in area critica.


Complessivamente, dal 21 febbraio scorso, ci sono stati 1.430 morti negli ospedali del Veneto.

Dopo quattro mesi di fuoco i dati sono tornati a essere confortanti, con la progressiva discesa verso lo zero. In queste ultime settimane, però, sono stati individuati alcuni focolai che rischiano di far risalire il numero dei contagi.

Uno di questi focolai, a Padova, riguarda una badante moldava che è venuta a contatto con varie persone prima di rendersi conto di aver contratto il virus.

L’Usl ha avviato l’indagine epidemiologica per isolare tutte le persone con cui ha avuto contatti. Il ricovero risale alla prima settimana di giugno, dopo un lungo periodo senza che nessuno venisse confinato in una stanza di ospedale.

L’attenzione delle autorità sanitarie resta alta, anche per capire le tendenze della fase successiva al lockdown. —

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi