Un contributo alle famiglie per saldare affitti e bollette

La giunta erogherà 300 euro in modo celere a quanti si trovano in difficoltà Lo stato di bisogno sarà valutato su quanto percepito nel mese antecedente 

Federico Franchin

MONTEGROTTO TERME


Un contributo una tantum di 300 euro per pagare affitto e bollette per le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19. È quanto ha deliberato la giunta di Montegrotto Terme, con una modalità di erogazione celere per venire incontro alle difficoltà di tante persone che si sono trovate senza reddito e non hanno risparmi a cui attingere.

«Abbiamo definito», spiega l’assessore al Sociale Elisabetta Roetta, «una procedura rapida che dia risposte celeri e certe. Questo contributo si va ad aggiungere ai buoni spesa e al grandissimo lavoro che sta facendo il banco alimentare gestito dall’Auser che attualmente assiste 230 cittadini fornendo cibo e generi di prima necessità». Destinatari del contributo una tantum saranno i cittadini di Montegrotto le cui entrate finanziarie abbiano subito una pesante riduzione perché a causa dell’emergenza sanitaria in corso la loro attività o rapporto di lavoro sono cessati, sospesi o ridotti. Lo stato di bisogno sarà valutato sulla base delle risorse economiche percepite nel mese antecedente a quello di presentazione della domanda (l’inoltro dell’Isee sarà facoltativo perché potrebbe non fotografare una situazione rapidamente peggiorata negli ultimi mesi). Potranno richiedere il contributo coloro che nel mese precedente abbiano avuto risorse non superiori a 500 euro per un nucleo composto da una sola persona, 700 euro per una coppia, 900 euro per tre persone, 1. 100 euro per un nucleo familiare di tre o più persone. Verranno valutate anche le giacenze bancarie, che non dovranno, nel mese antecedente la domanda, essere superiori a 5 mila euro. Il sussidio potrà essere usato solo per pagare l’affitto o le utenze domestiche (gas, luce, acqua, asporto rifiuti) o per altre spese non differibili che verranno valutate dai Servizi sociali. Chi ritiene di rientrare in questi criteri potrà presentare la domanda, via mail, entro 15 giorni con l’apposito modulo di autocertificazione disponibile sul sito del comune di Montegrotto (www. montegrotto. org). Entro 10 giorni dal termine per la presentazione delle domande verrà stilata la graduatoria dei richiedenti, dando la precedenza alle famiglie già numerose e, a parità di componenti, in base all’ordine decrescente delle risorse finanziarie percepite dai componenti del nucleo familiare nel mese precedente alla presentazione della domanda. I contributi verranno erogati fino a esaurimento delle risorse disponibili.

«Faremo comune tutto quanto nelle nostre possibilità affinché le famiglie che rientrano nei criteri che abbiamo definito possano usufruire almeno di questo contributo», aggiunge Roetta. Oltre ai 10. 000 già stanziati dal Comune, e integrabili con altri fondi, è a disposizione quanto raccolto nel conto corrente IT 58 W030 6912 1171 0000 0301 064 “Per Montegrotto noi ci siamo” a cui è ancora possibile fare donazioni. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Video del giorno

Padova, il sindaco e la giunta di ronda al Portello per controllare la movida

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi