Cicloturismo dai Colli alla Bassa interventi per potenziare le piste

Il Gal Patavino assegna un milione e 600 mila euro. Interessati i cinque principali circuiti provinciali

MONSELICE

Grazie alla sinergia con alcune amministrazioni comunali e la Provincia di Padova, il Gal Patavino assegna 1.620.000 euro di fondi del Psr (Programma sviluppo rurale) per potenziare le principali piste cicloturistiche del territorio che va dai Colli Euganei alla Bassa Padovana. Un milione a supporto della mobilità lenta nell’area rurale delle Provincia di Padova sarà assegnato fin da subito mentre il bando per ulteriori 620.000 euro sarà pubblicato a fine mese.


Gli interventi in totale saranno cinque. Per l’Anello dei Colli è previsto il miglioramento di un tratto lungo la sponda destra del canale Bisatto sono interessati i comuni di Monselice (capofila), Battaglia Terme e Montegrotto Terme. Per risolvere alcune criticità su un altro tratto della ciclovia si sono attivati i comuni di Este (capofila), Baone, Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Vo’, Rovolon, Teolo e Torreglia. Per l’Anello delle Città Murate si sono coordinati per migliorare l’accessibilità al percorso i comuni di Montagnana (capofila), Carceri, Megliadino San Vitale, Merlara, Piacenza d’Adige, Urbana e Vighizzolo d’Este. La Provincia di Padova collabora con i comuni di Este, Ospedaletto e Borgo Veneto per risolvere le criticità sulla sommità arginale del fiume Frassine mettendo in sicurezza il tratto. Per l’itinerario “Dai Colli all’Adige”, un progetto che mira al congiungimento dell’itinerario con l’Anello dei Colli Euganei all’altezza del canale Bisatto, sono interessati i comuni di Pernumia (capofila), S. Pietro Viminario, Tribano, Pozzonovo, Bagnoli di Sopra e Anguillara Veneta.

«In un momento difficile del settore turistico, gli interventi finanziati dal Gal Patavino rappresentano uno stimolo alla ripresa e allo sviluppo», afferma il presidente del Gal, Federico Miotto. «Il territorio ha saputo reagire con investimenti e i nostri contributi ne sono testimonianza perché tutti hanno operato per raggiungere l’obiettivo senza perdersi d’animo».

Elogia i comuni dei Colli e della Bassa Padovana che si sono mossi compatti per cogliere l’opportunità dei contributi europei attraverso il Gal, anche il presidente della Provincia Fabio Bui. «Con il consigliere Sabrina Doni, delegata del settore, ci siamo posti l’obiettivo di unire gli sforzi, gli investimenti e le competenze, assumendo l’onere della progettazione dei vari interventi in cui si articola l’azione», puntualizza Bui.

I primi cittadini dei comuni capofila: Roberta Gallana (Este), Loredana Borghesan (Montagnana), Giorgia Bedin (Monselice) e Luciano Simonetto (Pernumia), concordano che è stata fondamentale la collaborazione tra enti su un tema importante, come quello di investire sulle strutture per incentivare le presenze turistiche. Una sinergia che ha permesso di far arrivare nel territorio importanti contributi che singolarmente gli enti non avrebbero potuto intercettare. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi