Padre Marco Tasca, un padovano arcivescovo di Genova

Il francescano ha 63 anni ed è nato a Sant'Angelo di Piove di Sacco. Ha guidato per due mandati l'ordine dei frati minori

GENOVA. Un padovano alla guida dell’arcidiocesi di Genova. Si sta attendendo infatti l'ufficializzazione della nomina di padre Marco Tasca a nuovo arcivescovo di Genova.
 
Il suo sarebbe quindi il nome scelto da papa Francesco quale successore del cardinale Angelo Bagnasco che lascia dopo 14 anni la guida dell'arcidiocesi per limiti di età, ma resta presidente dei vescovi europei. Bagnasco, 77 anni, ha guidato la chiesa genovese dal 29 agosto del 2006 ed è stato presidente della Cei dal 2007 al 2017
 
Padre Marco Tasca, è un francescano, ed è stato ministro generale dell'Ordine dei frati minori conventuali dal 2007 al 2019. 
Nato a Sant'Angelo di Piove di Sacco in provincia di Padova il 9 giugno 1957 è stato ordinato sacerdote il 19 marzo 1983, nella sua parrocchia di origine. Il 26 maggio del 2007 è stato eletto 119° successore di san Francesco per l'Ordine dei conventuali. Il 29 gennaio del 2013, il 200° capitolo dell'ordine lo ha rieletto ministro generale per un nuovo mandato che si è concluso il 25 maggio 2019 con l'elezione di Carlos Alberto Trovarelli.
 
Dopo un genovese alla guida di una grande diocesi veneta (il patriarca Francesco Moraglia a Venezia), papa Francesco ha riequilibrato con un veneto alla guida dei cattolici genovesi.
 
Padre Tasca ha doti di grande organizzatore e di profondo ascolto. Inoltre è un arcivescovo “giovane” avendo 63 anni e di un ordine molto “povero”, una nomina quindi che va portando avanti il rinnovamento del clero e degli ordini secolari italiani.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi