Coronavirus a Padova, una sirena in piazza per la disperazione dei commercianti

Il presidente dell'Ascom Bertin: "Le nostre aziende e i nostri negozi sono chiusi mai da 60 giorni. Vogliamo riaprire"

PADOVA. Una sirena nel cuore della città. E' il grido d'allarme dei commercianti padovani quello che si è levato stamattina alle 11 in piazza Insurrezione. "Le nostre aziende e i nostri negozi sono chiusi mai da 60 giorni. Vogliamo riaprire". A parlare è il presidente dell'Ascom Patrizio Bertin.

"Vogliamo mettere le nostre attività in sicurezza, per i nostri collaboratori, per i nostri clienti e per le nostre famiglie. Siamo rimasti chiusi nel periodo più importante dell'anno. Ora che i dati sono confortanti chiediamo di riaprire, cominciare a lavorare, altrimenti sarà la fine di questo Paese e del tessuto economico e sociale di questa città". Preseti anche il sindaco Sergio Giordani, l'assessore al Commercio Antonio Bressa e il presidente della Provincia Fabio Bui.

"Ormai sta diventando un problema sociale e noi sindaci siamo preoccupati perché l'aspetto economico sociale fa parte dei nostri doveri", ha detto Giordani. "Per questo stiamo cercando di trovare al più presto una soluzione. Abbiamo chiesto al presidente del Consiglio di poterci sentire con una videochiamata. Ha accettato, vedremo quindi di sentirci nei prossimi giorni". Il sindaco ha sollevato anche il problema dei tanti bambini. "Se riaprono aziende e negozi bisogna pensare anche a dove andranno i bambini. Il governo deve assolvere anche a questo compito". "Speriamo di farcela e di resistere", ha aggiunto il presidente Bui. "Questo è il momento di avere aiuti concreti".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi