Si è spento Zaminato il diacono umile che amava la musica

VILLA DEL CONTE

È mancato nella notte tra lunedì e martedì Eligio Zaminato, 74 anni. Da dieci giorni si trovava all’ospedale di Camposampiero per le complicazioni dovute a una lunga malattia. Primo di sette fratelli, Eligio ha dedicato la sua vita alla fede: «Ha studiato prima al collegio di Camposampiero, poi ha proseguito gli studi liceali a Brescia e ha conseguito il noviziato a Padova, all’istituto teologico e ordinati diacono», ricorda il fratello Sergio. Sua grande passione, la musica: «Suonava l’organo, il pianoforte e la chitarra» dice ancora Sergio. «sin da giovane ha composto musica religiosa che ancor’ora accompagna messe e cerimonie nelle città dove ha prestato servizio». Negli anni ha prestato servizio, come coordinatore musicale, a Terni, Sciacca e Bellinzago. Eligio è stato un uomo umile e forte. «Ha assistito nostra madre Elvira negli ultimi anni della sua vita. Il funerale è il rito che rende più umani tutti gli uomini» le parole di Sergio. «È un grande dolore, per noi, non poterlo celebrare». —


Martina Mazzaro

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi