Cadoneghe: finisce nel fosso con il camion pieno di casse da morto

Il carico pesantissimo è stato rimesso in carreggiata da due gru possenti. Il conducente forse ha avuto  un colpo di sonno

CADONEGHE. Un camion si è rovesciato ieri mattina, uscendo di strada in via Roma, a Cadoneghe, con il suo pesantissimo carico, tanto che si sono rese necessarie due gru per rimetterlo in piedi. 

Il mezzo pesante era pieno di bare, che essendo di legno avevano reso vani i primi tentativi messi in atto dai vigili del fuoco: la loro pur possente gru non riusciva a raddrizzarlo.

Fortunatamente illeso l’autista. Il grosso mezzo che appartiene a una ditta dell’Alta Padovana, stava viaggiando intorno alle 13 lungo via Roma, in direzione di Campodarsego: passata la rotatoria con viale Maestri del lavoro improvvisamente ha iniziato a sbandare.

L’autista ha perso il controllo del mezzo, andando a sbattere contro un muretto per poi terminare la propria corsa dentro il fossato, poco prima del cavalcavia della tangenziale. E si è rovesciato di lato, rimanendo in bilico su un fianco, adagiato a un gruppo di alberi.

A quanto avrebbe raccontato l’autista del mezzo pesante agli agenti della polizia locale di Cadoneghe, in piedi presto e da ore in viaggio, avrebbe avuto un colpo di sonno: lo hanno comunque sottoposto ai test per verificare il suo tasso alcolico.

Vista la posizione in cui era rimasto incastrato il camion, da solo non è riuscito a rimetterlo in carreggiata: i vigili hanno quindi chiamato i pompieri, intervenuti con la loro gru. Ma dopo un primo tentativo hanno dovuto constatare che il mezzo risultava troppo pesante e rischiavano pertanto di rovesciarsi anch’essi. D’altronde, con un cassone pieno di casse da morto, incastrato dentro il fossato com’era, il peso del camion era elevatissimo e la posizione tutt’altro che agevole.

Siccome non intralciava il traffico, il camion è rimasto lì fino al primo pomeriggio, quando sono intervenute due autogru di due imprese di recupero mezzi, che hanno lavorato non poco – con i vigli che regolavano il traffico visto il punto stretto e le operazioni pericolose – per rimetterlo in piedi.

Alle 16. 30 il camion è tornato in posizione eretta ed è stato quindi rimosso. Ha destato non poca curiosità vedere per ore quel camion adagiato su un fianco, oltre al fatto che le operazioni di recupero hanno rallentato il traffico lungo la provinciale 34 delle Centurie, dove è avvenuta l’uscita del mezzo.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi