Controlli e denunce nel weekend Strage di patenti

ESTE. Raffica di denunce, nel weekend, per i carabinieri della Compagnia di Este. Dalle 22 di sabato alle 4 di ieri mattina si è tenuto, in particolare, un controllo straordinario del territorio anche con il supporto dell’unità cinofila di Torreglia. Nell’occasione è stato denunciato R.I., macedone di 39 anni, residente in Slovenia ma di fatto domiciliato a Borgo Veneto: l’uomo, con precedenti, era alla guida di una Golf con una patente di guida slovena contraffatta. L.A., 50 anni di Ospedaletto Euganeo, pure lui noto alle forze dell’ordine, è stato invece fermato al volante di un’Audi A6. Peccato che la patente gli fosse stata revocata quattro anni fa. Pure per lui è scattata la denuncia. A.S., 20 anni di Stanghella, neopatentata, è stata fermata alla guida della sua Fiat Punto con un tasso alcolemico di 0,71: visto che per i neopatentati il limite deve essere zero, la patente le è stata ritirata. A.M., venezuelano di 21 anni, residente a Este e anche lui con la patente “fresca”, era invece alla guida di una Lancia Y con un tasso di 0,89: patente ritirata e veicolo sottoposto a fermo. M.V., 27 anni di Vescovana, si è negato all’accertamento etilometrico: è stato denunciato, la patente gli è stata ritirata e il mezzo è stato affidato ad un’altra persona. E ancora: M.P., 19 anni di Casale di Scodosia, viaggiava su una Chevrolet Spark con un coltello con lama da 21 centimetri. L’arma è stata sequestrata e lui denunciato.

A Carceri, infine, i carabinieri di Ponso hanno denunciato V.L.T., romeno di 41 anni, del posto anche se domiciliato ad Adria, e M.F.E., 36 anni, romeno di Adria: erano su un Fiat Iveco sul quale avevano caricato e raccolto del ferro in disuso. —


N.C.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi