In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Riecco Freddy e Debora Sorgato: di nuovo in tribunale per le armi

Padova: i due fratelli, condannati in primo grado e in appello a 30 anni di reclusione per l'omicidio di Isabella Noventa, devono rispondere dell'accusa di detenzione illegale per una Beretta, una pistola Astra e centinaia di cartucce

1 minuto di lettura
Freddy Sorgato (foto Bianchi) 

PADOVA. Freddy e Debora Sorgato sono tornati in tribunale oggi venerdì 22 novembre 2019 per rispondere davanti al giudice per le udienze preliminari: sono accusati di detenzione illegale di armi comuni da sparo. Durante una perquisizione fatta in seguito al loro arresto per l'omicidio della segretaria Isabella Noventa - fatto per il quale sono stati condannati in primo e secondo grado a 30 anni di pena - nella primavera del 2016, vennero trovate a casa di Debora armi intestate al fratello e detenute illecitamente. Si tratta di una Beretta calibro 7,65 e 14 proiettili, una pistola Astra calibro 9 e centinaia di cartucce.

Debora Sorgato (foto Bianchi) 

I due fratelli sono giunti nell'aula, chiusa al pubblico: Freddy è apparso magro, stempiato e con il codino; la sorella, lunghi capelli rossi, alla vista dei fotografi ha girato il volto.

Confermati 30 anni per Freddy, l'ex marito di Isabella: "L'ho visto sorridere"

L'udienza è durata una manciata di minuti: il nuovo legale dei Sorgato, Cristiano Pippa, ha eccepito l'inutilizzabilità delle intercettazioni che incastrerebbero i due. Debora ha chiesto di patteggiare un anno di pena, mentre Freddy potrebbe ancora chiedere il rito abbreviato, a meno che il legale non decida procedere con il dibattimento. La decisione del Gup arriverà il 20 dicembre prossimo.

Noventa Padova, la ex villa Sorgato va all'asta

I commenti dei lettori