Presa a pugni dal marito della sua cliente

L'avvocato Paola Vallerini

Avvocatessa colpita al volto dall’uomo che non accetta la separazione. La professionista è poi finita all’ospedale

PADOVA. Presa a pugni e spinta giù dalle scale del palazzo. Paola Vallerini, 54 anni, avvocatessa del foro di Padova, ieri pomeriggio è stata aggredita da un uomo in un condominio di piazza Castello. La professionista stava seguendo la causa di separazione di una coppia, l’aggressore è il marito della donna che vuole chiudere il rapporto.

PUGNO IN FACCIA


«Mi ha colpito con un pugno in faccia e mi ha fatto volare dalla rampa di scale. Sono stata in ospedale tutto il giorno», racconta ancora frastornata la professionista, che porta in faccia i segni della violenta colluttazione. È l’ultimo capitolo di una vicenda familiare particolarmente travagliata, tra un ingegnere sessantenne e la moglie. I due abitano in piazza Castello ma a breve lui dovrà abbandonare la casa familiare, così come è stato disposto dal giudice in seguito ad alcuni episodi di violenza che sono stati segnalati dalla consorte.

Piazza Castello


L’ENNESIMA SFURIATA

Ieri a metà mattinata l’ennesima sfuriata, con il sessantenne che alla fine si è barricato in casa minacciando di farla finita. Paola Vallerini stava seguendo la sua cliente in questa delicata fase. «Dovevamo andare a prendere il telefonino di lei, rimasto all’interno dell’abitazione» racconta l’avvocatessa. «Ma appena abbiamo aperto la porta di casa ci siamo trovate davanti una furia incontenibile». «Sei tu la causa di tutto», avrebbe urlato l’uomo prima di sferrare un pugno in faccia all’avvocatessa. Non contento è riuscito anche a spingerla facendola ruzzolare sulla rampa delle scale, da un piano all’altro.

I CARABINIERI

Nel frattempo, sul posto, erano già arrivati i carabinieri della stazione di Prato della Valle, chiamati proprio da Paola Vallerini che aveva capito la pericolosità della situazione. L’avvocatessa è stata caricata sull’ambulanza e trasferita in ospedale, dove è rimasta tutto il pomeriggio per le medicazioni e le visite, alla ricerca di fratture causate dalla caduta. I militari dell’Arma hanno calmato l’uomo, che però è stato denunciato e che, molto probabilmente, sarà colpito dal divieto di avvicinamento all’ex moglie.

GIORNATA DIFFICILE

«Sono ancora particolarmente scossa, è stata una giornata davvero difficile» ammette l’avvocatessa, professionista molto conosciuta in città, titolare di uno studio legale in via Zabarella. La causa di separazione era in corso da parecchio tempo, ma in quest’ultimo periodo la situazione era precipitata, anche per via dei comportamenti aggressivi tenuti in varie occasioni dall’ingegnere sessantenne. Ieri l’epilogo della vicenda, con il pugno sferrato dal sessantenne all’avvocatessa e l’intervento dei carabinieri per riportare la calma tra i coniugi. —

Enrico Ferro

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Video del giorno

Mapelli, rettrice dell'università di Padova: ecco i due nostri progettti in area Piovego

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi