Vuol farla finita sotto il treno, il macchinista riesce a frenare

Al volante dell’auto una donna si piazza sulle rotaie vicino alla palude di Onara. Il conducente del convoglio ha impedito lo schianto che sarebbe stato fatale

TOMBOLO. Ha preso la sua auto, è arrivata ad un passaggio a livello vicino alla palude di Onara e ha frenato sopra le rotaie. Aspettando un treno, che la travolgesse e la spazzasse via, che le facesse chiudere gli occhi per sempre: voleva farla finita.

Ma  grazie alla prontezza di un macchinista  la tragedia non si è consumata. Il dramma è stato sfiorato nel primo pomeriggio di venerdì. Un tentativo di suicidio segnato da ferite e fragilità, dal male oscuro di chi non riesce più a vedere luce in fondo al tunnel e una qualche possibilità di riempire di senso l’esistenza.

 Verso le 14 una cittadellese di 53 anni ha deciso di salire sulla sua Mercedes Station Wagon e - dopo qualche chilometro - è arrivata in via Campolongo, a Tombolo, all’altezza del passaggio a livello sulla linea ferroviaria che collega Padova e Bassano.

La vettura è arrivata sopra le rotaie e lì la donna ha deciso di frenare, di non andare oltre. Il macchinista si è accorto del mezzo posizionato fra le sbarre ed è riuscito con straordinaria prontezza a frenare, impedendo lo schianto che sarebbe stato fatale. Subito è scattato l’allarme e sul posto sono intervenuti gli uomini della Polfer di Castelfranco, in stretto contatto con i colleghi di Mestre.

La polizia ferroviaria ha quindi richiesto l’intervento dei medici, che hanno accompagnato la 53enne all’ospedale di Cittadella, dove è stata ricoverata nel reparto di psichiatria ed ha ricevuto le cure necessarie. A raggiungerla è stato il padre di 83 anni. Il convoglio non ha sfiorato la Mercedes che, senza un graffio, è stata parcheggiata dai soccorritori vicino alle case di via Campolongo. L’emergenza ha rallentato il traffico che è tornato alla normalità - sia su strada che su ferro - dopo circa un’ora. —

Silvia Bergamin
 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi