Subito rigore contro, poi più nulla: il Citta perde ad Empoli

È il terzo k.o. in quattro giornate in questo campionato di Serie B per gli uomini di Venturato

EMPOLI. Il Citta resta convalescente. Alla vittoria dello scorso turno sul Trapani, convincente ma commisurata a un avversario modesto, fa seguito la sconfitta per 1-0 a Empoli.

È il terzo k.o. in quattro giornate in questo campionato di Serie B per gli uomini di Venturato, che non riescono a prolungare la tradizione favorevole che li aveva visti conquistare gli ultimi tre confronti diretti allo stadio Castellani. A decidere una gara in cui il pareggio sarebbe stato probabilmente più giusto per quanto visto in campo è un rigore molto generoso, assegnato già al 3’ minuto per un contatto fra Branca e Veseli: ingenuo il primo, ma sembra che sia il terzino destro toscano a cercare il fallo. La Gumina si incarica della trasformazione, spiazzando Paleari dal dischetto.

L’episodio, controverso, decide una partita equilibrata, in cui nella difesa padovana debutta in modo autorevole il nuovo acquisto Perticone. Poche emozioni nel primo tempo, in cui occorre però dar conto del palo colpito di testa da Diaw su cross dell’inesauribile Benedetti e di quello centrato da Stulac con una staffilata dalla distanza. Nella ripresa il Citta ci prova con una girata di Celar fuori di poco, stessa sorte per una scivolata di Panìco, entrato al posto di Luppi. Anche l’ex granata Mancuso, che ha sostituito La Gumina, ha però l’opportunità di raddoppiare, ma s’intestardisce a far tutto da solo davanti a Paleari.

E così, il risultato non cambia nemmeno dopo 6’ di recupero. Nel turno infrasettimanale di martedì sera la possibilità di riscattarsi, al Tombolato, contro il Pescara. Serve tornare al successo.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi