I carabinieri indagano sull’uccisione dei mici

BRUGINE. I carabinieri di Piove di Sacco hanno avviato un’indagine per l’ipotesi di reato di uccisione di animali, in seguito alla consegna dei filmati della videosorveglianza del Comune e agli articoli apparsi sul mattino sull’uccisione di duegattini lanciati da un’auto in corsa.

Se individuati, gli autori rischiano una denuncia penale e la reclusione fino a due anni. I militanti di Centopercentoanimalisti hanno messo una taglia sui responsabili, promettendo 500 euro a chiunque darà informazioni utili a identificare i colpevoli.


L’episodio si è verificato giovedì scorso in via Caldeveggio. Ieri una signora si è fatta avanti contattando la redazione del mattino. La donna sostiene di essere la proprietaria dei gatti e ipotizza che i cuccioli possano essere entrati nel motore dell’auto e che la loro morte potrebbe essere stata accidentale. Circostanza che contrasta con le dichiarazioni di un’altra testimone, che sostiene invece di aver visto i cuccioli lanciati dal finestrino. —

Martina Maniero

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi