«La preside vìola la legge anticipando gli scrutini» Il prof si ribella al diktat