Rehegoo cavalca la tecnologia per lanciare talenti musicali

Nella piattaforma del padovano Marco Rinaldo ogni artista gestisce i propri diritti Con un investimento di un milione aprirà una sede a Sarmeola con 50 dipendenti 

padova. Dicono «We are different» non perché si sentono diversi, ma perché vogliono fare la differenza. Sono i Rehegoo Music Group, cavalcano la cultura digitale e creano ponti (che si chiamano collaborazioni) tra Londra, New York, Los Angles e l’Italia. Dietro il sipario di questa start up un padovano, Marco Rinaldo, che nel 2014 decide di aprire la prima sede a Londra e produrre album per giovani artisti.

piattaforma


L’obiettivo principale di Rehegoo Streaming è creare una piattaforma di musica inedita, capace di tutelare i diritti degli artisti attraverso un sistema di raccolta unico e completamente trasparente in cui gli artisti controllano direttamente riproduzioni e movimenti dei loro brani. Questo sistema, denominato “disintermediazione”, appunto perché il processo di diffusione musicale e di retribuzione degli artisti avviene in modo diretto e trasparente, è un binomio di successo tra Rehegoo Music Group e l’artista stesso che è libero di gestire i propri diritti.

Rinaldo, classe 1975, ragioniere, è volato giovanissimo negli Stati Uniti, qui ha distribuito volantini in spiaggia e ha lavato i piatti nei ristoranti. Era uno fra tanti, ma l’America non aveva fatto i conti con la sua tenacia. Oggi vive a Londra ma è a Padova, città natale, che aprirà l’ennesima sede di Rehegoo, a Sarmeola: un investimento di 1 milione di euro e mille metri quadrati pronti a dare lavoro ad una cinquantina di persone il prossimo semestre. In giro per il mondo ha 100 società che lavorano con Spotify, Apple Music, ITunes e Amazon; offrono musica a qualsiasi esercizio commerciale e si occupano di licenze Sync.

ritorno a padova

«Non ho mai smesso di pensare alla mia città e al mio paese», rivela, «mi hanno definito “cervello in fuga”, ma io non mi sento tale. Ho sperimentato il mondo, consapevole di quello che volevo realizzare, compreso il fatto che volevo tornare nella mia città. L’ufficio padovano si occuperà del mercato italiano per il lancio di “Rehegoo Streaming” ; inoltre abbiamo elaborato un sistema per tutelare i diritti degli artisti emergenti che altrimenti verrebbero soffocati dal monopolio delle etichette dominanti sul mercato musicale italiano».

Rinaldo, insieme ai suoi soci, ha partecipare ai Grammy Awards per 4 anni di fila; di recente ha collaborato come partner ai Produttori Ufficiali del Montreaux Jazz Festival con l’obiettivo di dare l’opportunità agli artisti italiani di essere ascoltati da un pubblico mondiale. Qui ha conosciuto un mostro sacro della produzione musicale, Quincy Jones, global ambassador del festival, che per la prima volta in 50 anni, ha scelto di fondare una nuova etichetta, la Q&R Music, insieme a Rehegoo Music Group, con l’obiettivo di promuovere nuovi e giovani talenti.

Con la nascita delle riproduzioni in streaming il mercato musicale è stato stravolto: la nuova musica può essere riprodotta e ascoltata ad una velocità disarmante da utenti di tutto il mondo. Rehegoo Music Group può considerarsi tra i pionieri di questo processo. —

Elvira Scigliano

Video del giorno

Malore in spiaggia a Bibione, ecco l'arrivo dei soccorsi con l'elicottero

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi