Processo d'appello per l'omicidio di Isabella Noventa: parlano le difese

Debora Sorgato condotta in aula (foto Candussi)

E' ripreso in aula bunker a Mestre il dibattimento a porte chiuse con l'arringa dei legali di Debora Sorgato 

MESTRE. Seconda udienza nel processo d'appello che si svolge con rito abbreviato nell'aula bunker di Mestre per l'assassinio di Isabella Noventa, l'impiegata cinquantacinquenne di Albignasego sparita la notte tra il 15 e il 16 gennaio 2016 e poi uccisa. Uccisa anche se il corpo non è mai trovato.

Paolo Noventa al processo d'appello: "Cercano di difendere l'indifendibile"

Ecco La testimonianza dell'ex marito di Isabella, Piero Gasparini, costituitosi parte civile con il penalista Ernesto de Toni al termine dell'arringa dei difensori di Debora Sorgato, gli avvocati Roberto Morachiello e Luca Motta.

Omicidio Noventa, l'appello: parla Piero Gasparini, ex marito di Isabella

Debora Sorgato è stata condannata a trent'anni in primo grado per il delitto premeditato con il fratello Freddy Sorgato mentre all'amica veneziana Manuela Cacco sono stati inflitti 16 anni e 10 mesi per concorso in omicidio premeditato e stalking nei confronti della vittima. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi