Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Autovelox spenti in tangenziale a Padova, ne restano quattro da ripristinare

Saranno ripristinati nelle prossime settimane, dopo lo spegnimento di tutti gli 8 apparecchi più vecchi a causa della scadenza del certificato 

PADOVA. Saranno ripristinati nelle prossime settimane gli ultimi 4 autovelox mancanti, dopo lo spegnimento di tutti gli 8 apparecchi più vecchi a causa della scadenza del certificato di taratura e dell’inidoneità alle nuove norme. Gli autovelox ancora non funzionanti sono: l’apparecchio in tangenziale Est (direzione Padova Sud) poco prima del ponte sul Bacchiglione; il rilevatore in curva Boston, dove il limite di velocità è 70 all’ora; in corso Australia l’autovelox posizionato poco prima d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Saranno ripristinati nelle prossime settimane gli ultimi 4 autovelox mancanti, dopo lo spegnimento di tutti gli 8 apparecchi più vecchi a causa della scadenza del certificato di taratura e dell’inidoneità alle nuove norme. Gli autovelox ancora non funzionanti sono: l’apparecchio in tangenziale Est (direzione Padova Sud) poco prima del ponte sul Bacchiglione; il rilevatore in curva Boston, dove il limite di velocità è 70 all’ora; in corso Australia l’autovelox posizionato poco prima dello stadio Euganeo in direzione Padova Ovest e quello subito dopo poco prima dello svincolo di via Po. Tutti gli altri autovelox sono stati riattivati.

In cosa consiste la verifica di funzionalità, introdotta dal decreto Delrio del 2017? È il controllo della funzionalità dell’apparecchio in modo che non ci siano troppi errori, riducendo al minimo anche i “salti” di lettura delle targhe.

Nel maggio scorso gli 8 autovelox più vecchi sono stati spenti perché nessuno rientrava nei parametri previsti dalla legge. Da qui la decisione di spegnerli: «Nonostante l’impegno profuso dal personale tecnico nessun apparecchio è risultato idoneo all’utilizzo secondo i requisiti attualmente previsti – è la spiegazionedi Palazzo Moroni – Pertanto, come da previsione del decreto, non è più stato possibile l’utilizzo di detta strumentazione, in quanto non vi sarebbero state le dovute garanzie di legittimità della verbalizzazione nei confronti degli eventuali trasgressori».

Il comando della polizia locale, che ha la supervisione degli autovelox, ha dunque subito chiesto ad Aps (che li gestisce) di sostituirli: «Il piano prevede la progressiva sostituzione del solo “corpo lettura” degli impianti, che entro il mese di settembre saranno integralmente ripristinati», spiega il Comune. L’investimento già definito è di 268 mila euro. Un investimento che si ripaga con i soldi delle multe, perché i 12 autovelox nelle tangenziali “sfornano” circa 300 sanzioni al giorno che vuol dire circa 11 milioni di euro l’anno per Palazzo Moroni. Non tutti vengono però incassati perché una parte di “trasgressori” non paga o fa ricorso. —