Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Museo dell’Idrovora apre le porte ai Comuni «Un tesoro condiviso»

CODEVIGOIl Museo dell’Idrovora di Santa Margherita apre le porte alle amministrazioni comunali e alle associazioni del comprensorio per promuovere iniziative ed eventi legati al tema dell’acqua e...

CODEVIGO

Il Museo dell’Idrovora di Santa Margherita apre le porte alle amministrazioni comunali e alle associazioni del comprensorio per promuovere iniziative ed eventi legati al tema dell’acqua e dell’ambiente.

Non più quindi aperture estemporanee, ma una piena valorizzazione di questo luogo da farsi attraverso un percorso di promozione che parte proprio dalla collaborazione con il territorio.

La proposta parte dal Consorzio di bonifica Bacchiglione, l’ente che ha in gestione l’idrovora.

«Santa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CODEVIGO

Il Museo dell’Idrovora di Santa Margherita apre le porte alle amministrazioni comunali e alle associazioni del comprensorio per promuovere iniziative ed eventi legati al tema dell’acqua e dell’ambiente.

Non più quindi aperture estemporanee, ma una piena valorizzazione di questo luogo da farsi attraverso un percorso di promozione che parte proprio dalla collaborazione con il territorio.

La proposta parte dal Consorzio di bonifica Bacchiglione, l’ente che ha in gestione l’idrovora.

«Santa Margherita», spiega Paolo Ferraresso, presidente del Consorzio, «è il nostro fiore all’occhiello e non possiamo tenere questo prezioso patrimonio solamente per noi. L’intento è quello di far diventare l’idrovora un luogo vivo e significativo per il territorio e non solo. La struttura è adatta per ospitare eventi, mostre e dibattiti. Ha a disposizione una sala multimediale e ampi spazi al l’aperto oltre che al coperto. La volontà è quella di renderli fruibili al pubblico in modo tale da far conoscere questo prezioso patrimonio e di offrire allo stesso tempo una cornice davvero suggestiva. Per questo, oltre alle iniziative che verranno ospitate, il Consorzio Bacchiglione ha deciso di aprire l’impianto in diverse occasioni durante l’anno, in maniera tale da dare la possibilità di visitare e scoprire questi luoghi vitali per la sicurezza del territorio».

Recentemente l’Unesco ha inserito l’idrovora nell’ambito del progetto per la creazione di una rete mondiale dei musei dell’acqua. —

AL. CE.