Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Accordo Busitalia-Comune cambia il trasporto scolastico

Modificati percorsi, orari e fermate alla vigilia della prima campanella in base alle nuove esigenze dettate dalle novità alla mappa dei plessi





Busitalia modifica percorsi e fermate del trasporto scolastico. Da domani, con l’avvio dell’anno scolastico e l’introduzione dell’orario invernale 2018-19, l’azienda di trasporto pubblico locale, accogliendo le richieste del Comune, introdurrà una serie di variazioni relativamente ai tracciati e ai punti di sosta. Richieste legate ad una serie di mutate situazioni sorte negli ultimi mesi. Da una parte c’è stata l’apertura della nuova tangenziale del Cristo che ha rivoluzionato la viabilità t ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter





Busitalia modifica percorsi e fermate del trasporto scolastico. Da domani, con l’avvio dell’anno scolastico e l’introduzione dell’orario invernale 2018-19, l’azienda di trasporto pubblico locale, accogliendo le richieste del Comune, introdurrà una serie di variazioni relativamente ai tracciati e ai punti di sosta. Richieste legate ad una serie di mutate situazioni sorte negli ultimi mesi. Da una parte c’è stata l’apertura della nuova tangenziale del Cristo che ha rivoluzionato la viabilità tra la frazione di Arzerello e la città. Dall’altra, l’apertura della nuova scuola media “Regina Margherita” che dal centro ha traslocato nell’innovativo plesso inserito nel polo scolastico di Sant’Anna.



È arrivato dopo che durante l’estate l’amministrazione, con un sondaggio tra i cittadini di Arzerello, aveva tastato il polso della situazione per valutare se ci fossero i numeri sufficienti per un eventuale trasporto ad hoc fatto direttamente dal Comune.



Riguarda la linea Padova-Brugine-Arzerello-Piove di Sacco. Sarà abbandonato, ad Arzerello, il vecchio percorso lungo via Rusteghello a favore di quello su via Cristo. Di conseguenza saranno soppresse le fermate esistenti in via Rusteghello e sarà attivata la nuova fermata di via Cristo. Questa, entro l’anno, sarà oggetto, da parte del Comune, di un intervento di ulteriore messa in sicurezza relativamente al passaggio pedonale. La linea proseguirà sulla Sr 516, servendo le fermate extraurbane già esistenti fino alla stazione cittadina. La corsa mattutina, che transiterà alla fermata del Cristo alle 7.45 e che prima si fermava nelle vicinanze della caserma dei vigili del fuoco, ora proseguirà fino a via Parini e quindi a pochi passi dagli istituti scolastici. Alla campanella finale, alle 13. 20, ci sarà un bus che partirà dalla“Regina Margherita”, proseguirà per via Parini e quindi continuerà in direzione del Cristo di Arzerello.



Novità anche per le linee che arrivano in città da Adria e Bagnoli di Sopra e che continueranno a transitare davanti alla chiesa parrocchiale di Arzerello. Le rispettive corse delle 7. 35 proseguiranno anch’esse fino alla fermata di via Parini. Qualche modifica è prevista anche per chi utilizza il servizio che da Celeseo di Sant’Angelo di Piove arriva alle scuole transitando per Piovega. Grazie alla nuova viabilità di via Petrarca e via De Andrè, il percorso delle corse scolastiche sarà variato utilizzando la nuova arteria stradale che permetterà il passaggio anche su via Parini. Interessate le corse in partenza da Vigonovo alle 7. 20 e quelle di rientro pomeridiano delle 13.20 e 14. Le restanti corse manterranno invece il consueto passaggio lungo via Caselle e via Paolo VI.



«La collaborazione con Busitalia e la Provincia», spiega il vicesindaco Lucia Pizzo, «ha permesso l’accoglimento dellle proposte di modifica delle corse e delle fermate proposte dall’amministrazione comunale. Queste modifiche hanno lo scopo di soddisfare le esigenze degli studenti della nuova scuola media, degli istituti superiori e dell’Enaip, e garantire, al contempo, la sicurezza e la regolarità del servizio di trasporto per tutti coloro che devono raggiungere i vari plessi scolastici cittadini». —