Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Troppe tre parrocchie da solo, don Mauro lascia e se ne va

Doveva gestire Vigonza, Peraga e Pionca: «Ho bisogno di riposo e riflessione». L’annuncio ieri durante le messe

VIGONZA. A meno di un anno dal suo insediamento nella parrocchia di Santa Margherita di Vigonza, don Mauro Da Rin Fioretto lascia l’Unità Pastorale che raggruppa le parrocchie di Vigonza, Peraga, Pionca e Codiverno. L’annuncio è stato dato ieri durante le messe celebrate dal vicario vescovile. Al termine di ogni funzione è stato letto un lungo comunicato in cui si spiega il motivo per cui don Mauro va via.

«In questi mesi in cui è stato in mezzo a voi, don Mauro si è trovato a vivere una situ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIGONZA. A meno di un anno dal suo insediamento nella parrocchia di Santa Margherita di Vigonza, don Mauro Da Rin Fioretto lascia l’Unità Pastorale che raggruppa le parrocchie di Vigonza, Peraga, Pionca e Codiverno. L’annuncio è stato dato ieri durante le messe celebrate dal vicario vescovile. Al termine di ogni funzione è stato letto un lungo comunicato in cui si spiega il motivo per cui don Mauro va via.

«In questi mesi in cui è stato in mezzo a voi, don Mauro si è trovato a vivere una situazione di fatica personale, fisica e psicologica, anche in riferimento al rientro dall’Ecuador dopo molti anni di missione, in contesti molti diversi» è l’incipit.

Preso atto di non potercela più fare a seguire un compito tanto faticoso e quindi di non poter garantire una presenza fedele e dedita alla comunità, il sacerdote ha chiesto al vescovo di essere sollevato dal ministero di parroco di Vigonza, Peraga e Pionca e, per il momento, dall’esercizio anche degli altri compiti pastorali. Il vescovo Claudio ha accolto la richiesta. È stato assicurato che le difficoltà di don Mauro non sono dipese dalla comunità, alla quale si chiede di accogliere e rispettare la situazione pregando per il sacerdote.

Inutile dire che l’addio di don Mauro ha provocato un enorme stupore e tanto dispiacere. Don Mauro aveva portato una ventata di novità. Il desiderio di far bene e l’entusiasmo che lo hanno contraddistinto si sono scontrati con il peso di dover gestire un’Unità Pastorale complessa, aumentata di recente a quattro parrocchie con l’adesione di Codiverno, che ha parroco don Fernando Fiscon. Ha inciso sicuramente la peculiarità di Vigonza, un Comune di 7 frazioni e 7 località. Un conto è seguire una parrocchia di 12 mila persone, altro è seguire tre paesi diversissimi con mentalità differenti.

Cosa accade adesso? La decisione del Vescovo è questa: Pionca avrà come parroco il vicario foraneo don Fernando Fiscon, che mantiene anche la parrocchia di Codiverno. Per Vigonza e Peraga è già stato individuato un nuovo pastore il cui nome verrà presto reso noto. Nel frattempo le due parrocchie faranno riferimento a don Fernando. A metà settembre arriverà don Mattia Bezzolan, il nuovo vicario parrocchiale.

Nel comunicato c’è anche un breve saluto di don Mauro: «Carissimi tutti e tutte, desidero salutarvi e vi chiedo scusa se non lo faccio a voce. La mia partenza inusuale non dipende da voi ma ora ho bisogno di un po’ di riposo, ritiro e riflessione. Mi sono accorto di essere un po’ “fuori giri” e con tante dimensioni ed esperienze non affrontate dentro di me. San Paolo diceva che portiamo un tesoro in vasi di creta, fragili. Ecco, il mio vaso ha qualche crepa di troppo e mi serve del tempo per rinforzarlo». —