Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cadoneghe, giocati in un anno sedici milioni di euro, il doppio del bilancio comunale

Cifre-choc rivelate dagli esperti convocati dal Consiglio di Cadoneghe All’esame nuove misure per combattere la piaga dell’azzardo e il rischio ludopatie

CADONEGHE. Sedici milioni di euro: tanto hanno speso nel 2016 i cittadini che hanno giocato d’azzardo ai 123 apparecchi in stallati a Cadoneghe. Il doppio del bilancio comunale. Sold spesi da giocatori spesso compulsivi, affetti da dipendenza. Per questo il M5S propone un’ordinanza per limitare, se non fosse possibile debellare totalmente, la piaga del gioco d’azzardo.



Proposta che il presidente del Consiglio comunale Daniele Toniolo ha recepito invitando le forze politiche a convocare degli ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CADONEGHE. Sedici milioni di euro: tanto hanno speso nel 2016 i cittadini che hanno giocato d’azzardo ai 123 apparecchi in stallati a Cadoneghe. Il doppio del bilancio comunale. Sold spesi da giocatori spesso compulsivi, affetti da dipendenza. Per questo il M5S propone un’ordinanza per limitare, se non fosse possibile debellare totalmente, la piaga del gioco d’azzardo.



Proposta che il presidente del Consiglio comunale Daniele Toniolo ha recepito invitando le forze politiche a convocare degli esperti per avere un quadro del problema, prima di decidere come intervenire. Gli esperti hanno relazionato nell’ultimo Consiglio, giovedì scorso.



I dati relativi al 2016, dove nei bar, tabaccherie e sale slot sono stati censiti 123 apparecchi, 96 slot e 27 videolottery. Secondo quanto riferito dai gestori, sono stati 16,27 i milioni spesi al gioco, che equivalgono a 1.004 euro pro capite per ogni abitante (sono 16.199 i residenti). Un dato importante se riferito, ad esempio, alla città di Padova, dove i residenti sono 209 mila, ma pro capite è come se giocassero “soltanto” 553 euro.



Il Comune di Cadoneghe ha avviato negli anni precedenti un programma decisamente articolato di iniziative per arginare il gioco d’azzardo. Nel 2015 ha fatto partire un progetto di prevenzione della ludopatia in collaborazione con il Dipartimento delle dipendenze dell’allora Usl 16 (la prima esperienza avviata dal dipartimento in tal senso).

Nel 2017, poi, Cadoneghe è stato tra i Comuni campioni scelti dall’Istituto superiore di sanità per l’indagine epidemiologica sul gioco d’azzardo nella popolazione italiana, che ha coinvolto complessivamente circa dodicimila persone adulte.



In Veneto i giocatori problematici sono 32.500 e i potenziali “malati di gioco” sono stimabili tra i 3.200 e i 3.700, sebbene solo la metà di loro si rivolga ai servizi pubblici per chiedere aiuto. Il gioco d’azzardo è una malattia e il Dipartimento delle dipendenze dell’Usl padovana ha una sezione dedicata proprio ai gambler, i giocatori d’azzardo. Sui 138 pazienti che si sono rivolti all’ambulatorio da città e provincia, otto erano residenti a Cadoneghe. Giocatori che per essersi rivolti al servizio sanitario probabilmente hanno sperperato le loro risorse finanziarie e minato la stabilità familiare. Sulla base di tutti questi dati gli amministratori comunali di Cadoneghe approveranno un metodo di intervento per combattere il gioco d’azzardo, evitando ricorsi e invalidazione dei provvedimenti.

Sulla scorta dell’esperienza portata dal vicesindaco di Valdagno, Michele Vencato, una delle soluzioni possibili potrebbe essere l’emanazione di un’ordinanza che limiti gli orari di funzionamento di slot e videolottery a poche ore al mattino e al pomeriggio. Un provvedimento che però, per essere davvero efficace, dovrebbe venire applicato anche dai Comuni contermini, per evitare così l’effetto del cosiddetto “nomadismo” dei giocatori da un territorio a quello limitrofo. —