Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Litiga con il padre e gli fracassa la testa

Furibondo, sradica la cassetta delle lettere e la scaglia contro il genitore: l’uomo è grave, figlio arrestato per tentato omicidio

CURTAROLO

Colpisce il padre con una cassetta della posta e gli frattura il cranio: ora la vittima è ricoverata in prognosi riservata in ospedale a Camposampiero, mentre il figlio violento è stato trasferito in carcere a Padova, in attesa della convalida dell’arresto: di fronte all’autorità giudiziaria dovrà rispondere di tentato omicidio.

Il fatto si è verificato giovedì, alle 13.30, in un’abitazione di via Monte Ortigara a Curtarolo. Mirel Xhurxhi, 25 anni, di origine albanese, era andato ne ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CURTAROLO

Colpisce il padre con una cassetta della posta e gli frattura il cranio: ora la vittima è ricoverata in prognosi riservata in ospedale a Camposampiero, mentre il figlio violento è stato trasferito in carcere a Padova, in attesa della convalida dell’arresto: di fronte all’autorità giudiziaria dovrà rispondere di tentato omicidio.

Il fatto si è verificato giovedì, alle 13.30, in un’abitazione di via Monte Ortigara a Curtarolo. Mirel Xhurxhi, 25 anni, di origine albanese, era andato nella casa dei genitori. Con arroganza avrebbe chiesto di entrare, ma si sarebbe sentito rispondere un secco no.



A quanto pare da tempo il giovane è in lite con i genitori: secondo quanto sta emergendo dalle indagini delle forze dell’ordine, il venticinquenne mal sopportava le regole, aveva un atteggiamento indisponente e litigioso, un comportamento via via peggiorato al punto da rendere impossibile la convivenza con mamma e papà. Che, esasperati, anche l’altro giorno non volevano saperne di ritrovarselo in casa per quella che avrebbe finito per essere l’ennesima lite. Probabilmente esasperato dalla sua situazione - non ha un lavoro e una casa, vive in una condizione precaria - il ragazzo si è presentato in via Monte Ortigara in uno stato di agitazione e con la pretesa di rientrare. Di fronte al rifiuto, ha allora cominciato a inveire contro i familiari.

Il padre, Sabedin, 55 anni, e la moglie lo avrebbero nuovamente invitato ad andarsene, impauriti dallo stato di collera in cui si trovava il figlio. Il quale, in uno scatto di ira incontrollata, se l’è presa con la cassetta della posta, sradicandola dal supporto. Il padre, a quel punto, è uscito dall’abitazione e si è avvicinato, per cercare di calmarlo, ma in tutta risposta è stato colpito dal figlio proprio con la cassetta postale. Una botta violentissima, in testa, che lo ha tramortito: il malcapitato è caduto a terra, privo di sensi.



Mirel Xhurxhi ha cercato di allontanarsi, ma proprio in quell’istante sono arrivati sia i carabinieri di Carmignano che un’ambulanza del 118. Gli uomini del luogotenente Angelo Guadagnino hanno fermato l’aggressore, notando che sanguinava da una mano. Nel frattempo i sanitari hanno accompagnato il padre in ospedale a Camposampiero, dove è stato subito sottoposto a una Tac che ha fatto emergere una frattura alla teca cranica. Non c’era un attimo da perdere: i medici hanno operato l’uomo, che ora si trova ricoverato in prognosi riservata. Il giovane, invece, verso sera è stato accompagnato in Pronto soccorso a Camposampiero per medicare la ferita alla mano: i medici gli hanno praticato alcuni punti di sutura. Ieri mattina è stato accompagnato in carcere a Padova, in attesa della convalida dell’arresto prevista per lunedì. Dovrà rispondere di tentato omicidio. —