Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Bomba day il 14 ottobre a Carmignano, un centinaio le famiglie che saranno evacuate

Ordigno bellico scoperto da un agricoltore mentre arava
Coinvolti anche i residenti di San Pietro in Gu e Grantorto

CARMIGNANO. Fissato per domenica 14 ottobre il bomba day a Carmignano, un centinaio di famiglie dovranno essere allontanate da casa e verrà così fatta brillare un’arma che risale alla seconda guerra mondiale.

L’ordigno è stato ritrovato ad aprile da un agricoltore che stava arando il suo terreno per prepararlo alla semina quando si è imbattuto in qualcosa di particolarmente robusto e non si trattava – evidentemente – di un sasso né di qualche innocua ferraglia finita lì per qualche strano mot ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARMIGNANO. Fissato per domenica 14 ottobre il bomba day a Carmignano, un centinaio di famiglie dovranno essere allontanate da casa e verrà così fatta brillare un’arma che risale alla seconda guerra mondiale.

L’ordigno è stato ritrovato ad aprile da un agricoltore che stava arando il suo terreno per prepararlo alla semina quando si è imbattuto in qualcosa di particolarmente robusto e non si trattava – evidentemente – di un sasso né di qualche innocua ferraglia finita lì per qualche strano motivo. L’uomo si è quindi fermato e, dopo il comprensibile smarrimento, ha cercato di capire di cosa si trattasse lanciando l’allarme e rivolgendosi ai carabinieri della stazione di Carmignano. Gli accertamenti svolti dagli esperti hanno consentito di appurare che ad essere sbucata improvvisamente era una bomba aerea, lanciata oltre settant’anni fa, nel corso del secondo conflitto mondiale: l’obiettivo di un velivolo militare inglese era sicuramente quello di far saltare i binari della ferrovia tra Cittadella e Vicenza, ma quella singola bomba – lunga un metro e dieci centimetri – non è mai esplosa.

Se ne è rimasta sotto la terra, senza che succedesse nulla, per tutti questi anni, in una zona però particolarmente sensibile: il campo in cui è stata ritrovata, infatti, si trova giusto lungo la strada regionale 53 Postumia, una delle direttrici dell’Alta Padovana più trafficate. Subito dopo la segnalazione del coltivatore, gli uomini dell’Arma si sono attivati per mettere in sicurezza la bomba e anche l’intera area. La prevenzione, in particolare, è consistita in un’operazione di interramento.

Nel frattempo sono iniziate le procedure per organizzare il bomba day e così – tra poco più di un mese – si arriverà a chiudere questa emergenza. Le operazioni di brillamento sono state fissate per domenica 14 ottobre ed inizieranno fin dalla mattina. Tre i comuni coinvolti: oltre a Carmignano sono stati allertati i confinanti San Pietro in Gu e Grantorto. Ma perché tutto si possa svolgere in completa sicurezza sarà necessario far allontanare dalle proprie abitazioni un centinaio di famiglie. —