Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ranzato lascia la guida del Craup “Umberto I”

PIOVE DI SACCOAntonietta Ranzato lascia la guida del Craup “Umberto I”. Alla base delle dimissioni dalla presidenza del cda ci sono questioni personali che l’hanno costretta a fare un passo indietro....

PIOVE DI SACCO

Antonietta Ranzato lascia la guida del Craup “Umberto I”. Alla base delle dimissioni dalla presidenza del cda ci sono questioni personali che l’hanno costretta a fare un passo indietro. Era stata nominata nell’aprile del 2016 dal nuovo cda considerando la sua grande esperienza professionale nell’ambito scolastico e socio politico. «È stata una scelta sofferta» ha spiegato la Ranzato «ma dovuta esclusivamente a problemi familiari. Non è nel mio stile interrompere un mandato o un ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIOVE DI SACCO

Antonietta Ranzato lascia la guida del Craup “Umberto I”. Alla base delle dimissioni dalla presidenza del cda ci sono questioni personali che l’hanno costretta a fare un passo indietro. Era stata nominata nell’aprile del 2016 dal nuovo cda considerando la sua grande esperienza professionale nell’ambito scolastico e socio politico. «È stata una scelta sofferta» ha spiegato la Ranzato «ma dovuta esclusivamente a problemi familiari. Non è nel mio stile interrompere un mandato o un impegno preso, ma a volte si è costretti a dare priorità a necessità personali e legate alla famiglia. Mi dispiace lasciare in questo momento nel quale si sta delineando un positivo percorso di dialogo con la “Galvan” di Pontelongo e il Craup sta affrontando una buona gestione con il nuovo direttore». Cosa succederà ora? Il consigliere “anziano” Pierluigi Maistrello farà da traghettatore finché il consiglio comunale non nominerà un nuovo consigliere. A quel punto il cda, ripristinati i cinque componenti, potrà eleggere il presidente. «Antonietta» ha aggiunto da parte sua il sindaco Gianella «ha svolto egregiamente il suo ruolo, con una passione e una dedizione fuori dal comune». —

AL.CE.