Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tincani, nessun giallo Chiesta l’archiviazione

MONSELICEÈ sempre più vicino all’archiviazione il caso di Nicola Tincani, il 17enne di Monselice morto annegato in un canale. A firmare la richiesta di archiviazione il pm Federica Baccaglini. I...

MONSELICE

È sempre più vicino all’archiviazione il caso di Nicola Tincani, il 17enne di Monselice morto annegato in un canale. A firmare la richiesta di archiviazione il pm Federica Baccaglini. I fatti risalgono a febbraio 2014. Il corpo del giovane era stato trovato dai sommozzatore dei vigili del fuoco nelle acque del canale Bisatto, all’altezza di via Tiziano, a pochi metri da dov’era stata ritrovata la sua bici. Il corpo non presentava segni di violenza e addosso aveva tutti gli effetti p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONSELICE

È sempre più vicino all’archiviazione il caso di Nicola Tincani, il 17enne di Monselice morto annegato in un canale. A firmare la richiesta di archiviazione il pm Federica Baccaglini. I fatti risalgono a febbraio 2014. Il corpo del giovane era stato trovato dai sommozzatore dei vigili del fuoco nelle acque del canale Bisatto, all’altezza di via Tiziano, a pochi metri da dov’era stata ritrovata la sua bici. Il corpo non presentava segni di violenza e addosso aveva tutti gli effetti personali. Compreso il cellulare, che risultava si fosse spento in quel punto. Nicola aveva fatto perdere le sue tracce il sabato notte, mentre stava tornando a casa dopo una serata trascorsa con gli amici nel locale “Crash”. Da quel momento erano scattate le ricerche che avevano portato alla tragica scoperta. Parenti e amici hanno escluso subito l’idea del suicidio, mentre gli inquirenti propendevano per l’incidente. I familiari non si sono mai arresi e nel 2017 incaricarono dei professionisti per fare una prova tecnica della caduta con un manichino per dimostrare che non poteva cadere da solo. —

Alice Ferretti