Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Mediterraneo sarà demolito Ruspe in azione a ottobre

Il piano attuativo prevede il recupero del rudere dell’albergo, chiuso ormai da anni La famiglia Borile costruirà 39 alloggi, il duo Bonato-Biasio otto unità abitative

ABANO TERME

Nel mese di ottobre potrà essere abbattuto l’Hotel Mediterraneo di via Marzia, ad Abano. Nei prossimi giorni verrà siglata la definitiva convenzione con la società Mediterraneo srl, che fa riferimento alla famiglia Borile, e il duo Bonato-Biasio, i quali hanno acquisito l’albergo ormai dismesso da anni. La struttura sarà recuperata dopo tanto tempo grazie al cambio di destinazione d’uso concesso qualche anno fa da alberghiero a residenziale.

OPERE DI URBANIZZAZIONE

La settimana scor ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO TERME

Nel mese di ottobre potrà essere abbattuto l’Hotel Mediterraneo di via Marzia, ad Abano. Nei prossimi giorni verrà siglata la definitiva convenzione con la società Mediterraneo srl, che fa riferimento alla famiglia Borile, e il duo Bonato-Biasio, i quali hanno acquisito l’albergo ormai dismesso da anni. La struttura sarà recuperata dopo tanto tempo grazie al cambio di destinazione d’uso concesso qualche anno fa da alberghiero a residenziale.

OPERE DI URBANIZZAZIONE

La settimana scorsa è toccato alla Mediterraneo srl, domani sarà la volta del duo Bonato-Biasio. L’ufficio Tecnico ha sottoscritto un accordo con le proprietà per modificare in parte le opere di urbanizzazione previste nella realizzazione dei lavori. «Abbiamo apportato una serie di modifiche», spiega il capo dell’ufficio Tecnico Leonardo Minozzi. «Abbiamo modificato il passaggio pedonale, il collegamento rialzato e una serie di opere che consentiranno il collegamento degli edifici con la città. Abbiamo in definitiva messo assieme i due progetti presentati dai privati, che ora trovano un modo omogeneo e coerente di portare avanti le opere di urbanizzazione».

PERMESSO E DEMOLIZIONE

In questi giorni l’ufficio Tecnico firmerà anche il permesso per la demolizione del rudere e la costruzione dei nuovi edifici. La società Mediterraneo srl, che possiede 6.150 metri quadrati di terreno, costruirà quattro palazzine per un totale di 39 appartamenti. Il duo Bonato-Biasio invece, titolare di 3.120 metri quadrati di superficie, erigerà otto unità abitative. Il piano attuativo denominato “PP11 via Marzia-Porzione Sud”, prevede in definitiva il recupero del rudere alberghiero e la lottizzazione dell’area dell’hotel, costituita da poco più di novemila metri cubi di terreno, con l’aggiunta di ulteriori 13 mila metri cubi. Si tratta di una svolta storia per l’albergo, chiuso ormai da una quindicina di anni e simbolo del degrado delle strutture ricettive in disuso.

OPERE DI SENECA

Sulla facciata dell’Hotel Mediterraneo l’artista misterioso, Seneca, aveva di recente “colpito” con alcuni suoi disegni. Le opere, dipinte direttamente sulla facciata dell’albergo, potrebbero essere rimosse dallo stesso artista.

RECUPERO HOTEL DISMESSI

Il recupero degli alberghi dismessi è al centro dell’attenzione da parte dell’amministrazione. «In questi mesi ci sono venuti a parlare alcuni proprietari di hotel dismessi», spiega il sindaco Federico Barbierato. «Abbiamo sentito i titolari degli hotel Orologio, Centrale e Italia. Per quelli che hanno voglia di improntare un dialogo sul futuro delle loro strutture siamo a disposizione». —

Federico Franchin