Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Abbattute le antenne il Monte Cero torna “libero”

BAONEIl Monte Cero è finalmente libero da tralicci e antenne abusive. Si chiude dunque la battaglia trentennale del comune di Baone per eliminare gli apparecchi abusivi che da mezzo secolo...

BAONE

Il Monte Cero è finalmente libero da tralicci e antenne abusive. Si chiude dunque la battaglia trentennale del comune di Baone per eliminare gli apparecchi abusivi che da mezzo secolo “infestavano” la sommità del monte che svetta su Baone ed Este. Ne dà notizia il sindaco Luciano Zampieri: «Questa settimana, con l’abbattimento dell’ultima postazione abusiva, si è completata l’opera di risanamento e riqualificazione ambientale della sommità del Monte Cero. Questo risultato arriva dopo av ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAONE

Il Monte Cero è finalmente libero da tralicci e antenne abusive. Si chiude dunque la battaglia trentennale del comune di Baone per eliminare gli apparecchi abusivi che da mezzo secolo “infestavano” la sommità del monte che svetta su Baone ed Este. Ne dà notizia il sindaco Luciano Zampieri: «Questa settimana, con l’abbattimento dell’ultima postazione abusiva, si è completata l’opera di risanamento e riqualificazione ambientale della sommità del Monte Cero. Questo risultato arriva dopo aver fronteggiato, solo negli ultimi quattro anni, ben otto ricorsi al Tar che hanno ritardato ma non evitato il completamento dell’operazione partita nel 2014».

Quattro anni fa sono infatti partiti l’opera di abbattimento delle postazioni abusive e l’innalzamento del pennone unico destinato ad accogliere antenne ed emittenti storicamente installatee sul Cero. Già, perché per decenni su questo monte i ripetitori trovavano spazio in tralicci non a norma, specie dal punto di vista sanitario, con gravi problemi di elettromagnetismo per l’area, e sul vicino centro abitato di Calaone. È stato così innalzato un traliccio unico da 70 metri, fondamentale per eliminare dalla vetta del monte euganeo 20 casematte, 19 tralicci, 12 pali e un box per 22 stazioni radio e 26 televisioni, tutti abusivi. Per anni gli antennisti si sono opposti al “repulisti” e ricorsi e spese legali hanno tolto il fiato non poco al comune di Baone, la cui battaglia contro l’abusivismo è entrata nel vivo grazie all’intraprendenza del Comitato contro le antenne abusive del Cero e grazie agli ultimi sindaci, da Antonella Buson a Francesco Corso finendo con Zampieri. L’intervento della Regione, in realtà per anni sorda alle istanze del territorio, e le prime sentenze a favore del Comune hanno segnato un cambio di rotta. E Zampieri annuncia: «A breve sarà revocata l’ordinanza che vieta l’accesso alla sommità del Monte Cero, restituendo alla collettività uno dei luoghi più suggestivi di Baone e dei Colli Euganei». —

N.C.